Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

A Sachsenring faccia a faccia tra Rossi e Gibernau

A Sachsenring faccia a faccia tra Rossi e Gibernau

A Sachsenring faccia a faccia tra Rossi e Gibernau

Valentino Rossi e Sete Gibernau oggi al circuito di Sachsenring si sono trovati d´accordo sul fato che al termine dei 30 giri previsti dal Gran Premio Veltins Motorrad di Germania che si disputa domenica potrebbero trovarsi di nuovo molto vicini nella classifica piloti.

Un anno fa i due tagliarono il traguardo distaccati di soli 60 millesimi di secondo e non potrebbero essere più uguagliati nel Campionato del Mondo MotoGP. Hanno lo stesso numero di punti, 126, ma il numero di vittorie concede il comando a Rossi.

Nessuno dei due piloti è riuscito a conquistare punti nell´ultima prova sulla pista di Rio, dove sono caduti entrambi, rendendo ancora più importante l´appuntamento di questo weekend, che rappresenta il giro di boa della stagione.

´È molto strano perché adesso stiamo cominciando da zero e abbiamo davanti ancora nove gare difficili per portare la moto ai massimi livelli´, ha dichiarato Rossi, battuto da Gibernau nell´eroica battaglia di dodici mesi fa. ´L´anno scorso feci uno stupido errore all´ultima curva ed ero molto arrabbiato per aver perso. A Rio non siamo mai riusciti a trovare l´assetto giusto per la moto, ma speriamo di farcela qui e di lottare di nuovo per la vittoria´.

Gibernau è sicuro del fatto che Rossi sarà di nuovo il suo principale avversario, ma ha espresso la sua ammirazione per altri militanti della classe MotoGP dopo aver avuto la possibilità di osservarli da bordo pista in Brasile.

´È un tracciato difficile e sarà una gara molto combattuta, ma non saremo solo io e Valentino a contenderci la vittoria questo fine settimana. Ci sono molti altri piloti che possono vincere, come (Makoto) Tamada, Loris (Capirossi) e Troy (Bayliss). Cercherò solo di mantenere la testa bassa e di fare il mio lavoro al meglio´.

Certo Tamada spera che Gibernau abbia ragione dopo essersi aggiudicato il primo Gran Premio a Rio due settimane fa. Era la prima vittoria della sua carriera come pilota e il giapponese ammette che gli piacerebbe proprio essere la rivelazione anche di questo fine settimana. ´È stato fantastico vincere la mia prima gara, ma non è il momento di rilassarsi´, è stato il commento di Tamada. ´Voglio di più e non c´è motivo perché non possa fare bene su questo circuito. L´anno scorso non siamo andati bene, ma è passato molto tempo da quella gara´.

Anche Capirossi si è mostrato ottimista per la gara, dopo aver fatto importanti progressi con la Ducati nelle ultime settimane e aver fatto segnare il miglior risultato della stagione a Rio. In Brasile è infatti arrivato quarto, la stessa posizione che occupava al termine della gara di Sachsenring del 2003 e adesso spera di fare il passo avanti più importante e di partecipare alla battaglia per il podio.

´Credo che abbiamo fatto dei bei progressi, il nuovo motore che usiamo è molto buono e credo che dovrebbe adattarsi bene a questa pista´, ha confessato Capirossi, che l´anno scorso vide come il suo compagno di squadra Bayliss saliva sul terzo gradino del podio.

La possibilità di concludere la gara nei primi tre è il sogno nel cassetto dell´idolo locale Alex Hofmann e questo esordiente pilota ventiquattrenne sta aspettando con ansia di fare una buona prestazione davanti ai numerosissimi appassionati attesi in circuito, senza perdere d´occhio il suo obiettivo principale: diventare il prilo pilota tedesco che vince una gara della classe regina da quando lo fece Edmund Czihak a Nürburgring nel 1974.

´Questa è un´esperienza dalla quale posso imparare molto, ma credo che sto migliorando e credo di poter arrivare nei primi dieci domenica´, ha detto Hofmann. ´La gente impazzisce per il Motomondiale, per Valentino, per Sete e per tutti gli altri piloti e questo dovrebbe essere un fine settimana fantastico´.

Tags:
MotoGP, 2004, VELTINS MOTORRAD GP DEUTSCHLAND, Valentino Rossi

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›