Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

I piloti Ducati fiduciosi per Donington

I piloti Ducati fiduciosi per Donington

I piloti Ducati fiduciosi per Donington

Los piloti del team Ducati Marlboro Loris Capirossi e Troy Bayliss approdano in Gran Bretagna fiduciosi nelle possibilità della loro moto in circuito di cui hanno buoni ricordi. Per Capirossi, il Gran Premio Cinzano di Gran Bretagna sarà sempre lo scenario della sua prima vittoria nel Motomondiale, nell´agosto del 1990, prime di conquistare il titolo iridato della 125cc.

Da allora questo simpatico romagnolo ha vinto altri due titoli, la corona della 125 nel 1991 e quella della 250 nel 1998, e anche tre vittorie nella classe regina. Adesso, con l´ultima versione del Twin Pulse montato sulla Desmosedici GP4 del team Ducati Marlboro, Capirossi spera di poter conquistare il primo podio del 2004 dopo un´incoraggiante prestazione la scorsa domenica a Sachsenring, terminata prematuramente quando Loris cadde mentre occupava la terza posizione.

`Credo che il Twin Pulse si adatti molto bene al tracciato di Donington perché questo richiede un´erogazione molto facile da gestire´, ha dichiarato. ` Il circuito mi piace molto ed è anche legato a bei ricordi: qui ho vinto il mio GP´.

`La prima sezione è bellissima, la seconda, decisamente più ´stop-and-go´, un po´ meno: adesso le MotoGP sono veramente potentissime, quindi i tornantini non sono granché divertenti. Donington mi piace soprattutto per l´atmosfera: qui molti tifosi sono motociclisti, quindi amanti delle gare e ´intenditori´ di questo sport´.

Anche l´ex Campione del Mondo della Superbike, Troy Bayliss, ha dei bei ricordi di Donington, visto che viveva tra Birmingham e Coventry quando disputava il Campionato Britannico di Superbike con la Ducati nel 1998 e nel 1999.

`È un bel circuito, in cui il pilota conta molto, ecco perché piace a tutti ´, ha detto. ` E´ molto vario: la prima parte è scorrevole e ha un paio di veloci cambi di direzione, la seconda invece è più insidiosa ´.

`E´ fantastico che l´abbiano riasfaltato, credo che sarà una pista davvero veloce. In passato un buon feeling con l´anteriore era fondamentale, e ritengo sarà lo stesso anche con la superficie rinnovata´.

Anche il direttore del team Ducati Marlboro, Livio Suppo, spera che nasca un buon fine settimana per i suoi piloti e crede che nelle ultime settimane sono stati un po´ sfortunati. `´Gli ultimi tre appuntamenti del Mondiale hanno dimostrato chiaramente il nostro potenziale, ma siamo stati un po´ sfortunati per cui i risultati delle gare non lo provano´, ha dichiarato.

`Durante tutte le sessioni di prova al Sachsenring il passo di Loris e di Troy con gomme da gara era veramente buono e ci avrebbe permesso di essere tra i protagonisti. Purtroppo, dopo essere partito bene, Loris è caduto mentre occupava la terza posizione e anche Troy, nonostante la brutta partenza, prima di cadere stava mantenendo un ritmo di gara simile a quello dei leader. Comunque adesso guardiamo avanti e non vediamo l´ora di essere di nuovo in pista. Ringrazio ancora Ducati Corse, tutta la Squadra e i piloti per il loro impegno e la loro passione´.

Corrado Cecchinelli, direttore técnico del Ducati Marlboro crede che il ritmo dei suoi piloti ultimamente lascia immaginare buoni risultati per il resto della stagione e anche a Donington.

` Questo è un circuito complesso e presenta un po´ di tutto: curve veloci in discesa, i tornantini forse più lenti di tutti i circuiti del Campionato, frenate molto decise e una strettissima chicane. Qui serve una moto ben bilanciata che sappia adattarsi a un circuito così vario. Inoltre Donington ha un carattere tipicamente inglese, dove conta molto anche il coraggio dei piloti. Come Al Sachsenring, anche in Inghilterra utilizzeremo solo il Twin Pulse, che semplifica la vita sia ai tecnici perché richiede meno aggiustamenti per il set-up, sia ai piloti, perché rende la moto più semplice da guidare´.

Contemporaneamente all´evoluzione del motore Twin Pulse continua anche la collaborazione con la Shell per sviluppare il lubrificante. A Donington il team utilizzerà per la prima volta il nuovo olio per motore Shell Advance L6441, studiato e prodotto per rispondere alle necessità del motore della Desmosedici dai chimici del laboratorio PAE della Shell a Amburgo, in Germania.

Combinando gli oli migliori con alcuni componenti chimici detti ´friction modifier´, il nuovo Advance L6441 minimizza la perdita di potenza generata dall´attrito all´interno del motore e ne diminuisce il consumo specifico incrementandone le prestazioni.

Tags:
MotoGP, 2004, CINZANO BRITISH GRAND PRIX

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›