Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Melandri dovrà combattere il dolore

Melandri dovrà combattere il dolore

Melandri dovrà combattere il dolore

La fortuna ha di nuovo abbandonato Marco Melandri, questa volta a Donington Park. Ieri, durante la prima sessione di prove libere, il giovane pilota di Ravenna è stato investito da Alex Hofmann, è finito per terra e si è fratturato il pollice di una mano.

Dopo lo spettacolare accidente al circuito di Sachsenring, solo sei giorni fa, questa era l´ultima cosa di cui Marco aveva bisogno su un circuito nel quale l´anno scorso era risucito a partire dalla prima fila. L´ex Campione del Mondo della 250cc non poteva nascondere il suo disappunto mentre raccontava il suo incidente.

`Alla fine della sessione del mattino, stavo facendo l´ultimo giro e stavo per superare Hoffman´explicó Melandri, quien acabó en ottava posizione provvisoria nella sesión di la tarde pese a su lesión. `Sfortunatamente non mi ha visto, le nostre moto si sono toccate e io sono caduto. Ho capito subito di essermi fatto male ad una mano, ma la delusione è stata grossa quando le lastre hanno evidenziato una frattura alla base del dito destro´.

`Ero molto preoccupato perché naturalmente sarebbe stato un problema grosso per le prove del pomeriggio, ma tutto sommato a fine giornata devo dire che non me la sono passata troppo male. Mi fa un po´ male quando freno e anche quando do gas all´uscita delle curve, ma potrebbe andare molto peggio di così. Il grosso punto interrogativo è su come andrà sulla distanza di gara´.

`Il nuovo asfalto dà maggior grip. Credo che sia la prima volta che non facciamo fatica a trovare un buon assetto´.

Guy Coulon , Capo Meccanico di Melandri, si è dichiarato soddisfatto del lavoro del pilota ma ha anche espresso la propria preoccupazione sulle possibilità del pilota per la gara. `Nonostante la ferita, Marco ha fatto un buon lavoro. Adesso dobbiamo vedere quanto a lungo riuscirà a resistere e, soprattutto, se riuscirà a resistere in gara. Fortunatamente questo tracciato è abbastanza facile e con meno buche´.

`Per quanto riguarda gli aspetti tecnici, non possiamo fare molto di più. Possiamo solamente cercare di preparare una moto che sia il più maneggevole possibile e domani ci concentreremo esclusivamente su quello´.

Tags:
MotoGP, 2004, CINZANO BRITISH GRAND PRIX, Marco Melandri

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›