Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Doccia fredda per Max a Donington Park

Doccia fredda per Max a Donington Park

Doccia fredda per Max a Donington Park

Oggi a Donington Park non è andata nel migliore dei modi per i due piloti del team Camel Honda. Max Biaggi, che era riuscito solamente a qualificarsi nella terza fila della griglia, è partito bene, ha cercato di recuperare posizioni, ma un problema al cambio, che aveva riscontrato anche nel warm up della mattina, ha frenato la sua corsa e non gli ha permesso di raggiungere i piloti di testa. Il pilota romano è arrivato dodicesimo e attualmente si trova a pari punti con Gibernau nella classifica generale, a 22 punti dal leader della categoria Valentino Rossi, ma il numero di vittorie garantisce la seconda posizione allo spagnolo.

´Nel giro di allineamento mi sono reso conto che il cambio non era proprio perfetto´, ha dichiarato Max a fine gara. Il problema era già emerso nel warm-up del mattino ed era stato sistemato. Invece, nel giro di allineamento ho capito che il problema era di nuovo presente. Mi sono fatto sanguinare il piede nello sforzo di cambiare per arrivare al traguardo´.

´Ho anche pensato di cambiare moto dopo il giro di allineamento ma sarei partito ultimo, dai box, avrei perso ancora più tempo e magari non avrei nemmeno questi 4 punti che adesso mi permettono di mantenere il secondo posto in classifica´.

Il risultato di Donington è una doccia fredda dopo il trionfo al circuito di Sachsenring della settimana scorsa. ´Certo che dopo aver vinto in Germania ed essere arrivato ad un punto dalla vetta una sfortuna simile proprio non ci voleva´, aggiunge il romano. ´Non è certo questo quello che mi aspettavo dopo le ultime due gare ma adesso voglio mettermi subito questo risultato alle spalle con l´obiettivo di rifarmi già a Brno´.

Anche il compagno di squadra di Max, il giapponese Makoto Tamada non ha fatto un risultato positivo, ma si è dovuto accontentare della 14ª posizione, perché mentre correva notava che mancava grip al posteriore e questo non gli ha permesso di sferrare un attacco che gli permettesse di raggiungere le prime posizioni.

´Di sicuro la temperatura dell´asfalto era nettamente inferiore ai giorni scorsi e già dopo la partenza non avevo feeling con il posteriore della moto e il grip era precario´ è stato il commento del giapponese terminato il Gran Premio. ´La situazione è poi peggiorata durante la gara e non ero in condizioni di attaccare e rimontare. Probabilmente il rendimento delle gomme non è stato ottimale e mi dispiace di non essere stato competitivo in questo GP d´Inghilterra´.

Tags:
MotoGP, 2004, CINZANO BRITISH GRAND PRIX, Max Biaggi

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›