Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Puig sorpreso dal portentoso Pedrosa

Puig sorpreso dal portentoso Pedrosa

Puig sorpreso dal portentoso Pedrosa

Alberto Puig nelle ultime stagioni non è nuovo alle sorprese che gli riservano i piloti del Campionato del Mondo. Da quando parecchi anni fa in Spagna venne lanciato il progetto della Movistar Junior Cup, l'ex pilota della 500cc non si sarebbe mai aspettato di scoprire un pilota prodigioso come Dani Pedrosa, che ha seguito per tre anni nel Campionato del Mondo della 125cc.

Puig riconosce che la velocità con cui Pedrosa si è adattato alla categoria della 250cc lo ha colto alla sprovvista, soprattutto perché il giovane pilota spagnolo si è perso parte del precampionato, mentre si recuperava dalla frattura di entrambe le caviglie, che si era procurato in un incidente a Phillip Island lo scorso ottobre.

"La cosa più sorprendente è la velocità con cui Dani si è recuperato dalle brutte lesioni che aveva riportato in Australia," afferma Puig. "Praticamente non si è potuto allenare per tutto l'inverno ed è stato molto duro per lui, dal momento che la stagione è iniziata quando aveva potuto guidare solo in tre o quattro occasioni´.

"Se non avesse avuto quell'incidente, è così bravo che comunque ci aspettavamo una buona stagione da lui, anche se era la prima volta che guidava una quarto di litro. Ma dopo quell'incidente, credevamo tutti che ci avrebbe messo un po' di più a raggiungere il livello dei piloti più forti della classe. Invece il suo recupero è stato molto rapido e sta facendo gare interessanti´.

Pedrosa adesso, quando mancano ancora sette prove da disputare, comanda la generale con 34 punti di vantaggio su Randy De Puniet, ma Puig sostiene che l'obiettivo principale del team è il suo adattamento alla categoria e che il titolo è un traguardo a cui penseranno più avanti.

´Abbiamo cercato di non perdere la calma, di avanzare un passo alla volta e quello che succede, succede´, aggiunge. ´Anche se già dalla prima gara ha conquistato rapidamente la prima posizione e questo significa che il team stava funzionando alla perfezione, ci siamo dovuti adattare alle esigenze del pilota. È quello che abbiamo cercato di fare e credo che Dani abbia fatto progressi mai visti in precedenza´.

´In nostro obiettivo per questa stagione non era quello di vincere il titolo ed è quello che abbiamo sempre detto. Se arriva, splendido, ma la cosa importante per noi è che Dani impari a conoscere la moto e la categoria ed è quello che stiamo cercando di fare. Se nel frattempo riusciamo a vincere delle gare, per noi è perfetto, ma non bisogna essere ossessionati dall'idea di vincere´.

´Quindi continueremo a lavorare come stiamo facendo e se tra qualche gara vediamo che è possibile, inizieremo ad utilizzare alcune strategie. Ma come abbiamo detto, non è ancora il momento di festeggiare e la stagione finisce solo a novembre. Questa è la filosofia del nostro team e non cambierà mai´.

per vedere questa intervista al completo, con immagini della stagione 2004 disputata da Dani Pedrosa, clicca il collegamento al video nella parte superiore della pagina.

Tags:
250cc, 2004, Dani Pedrosa

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›