Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

25 anni fa a Silverstone l´eroica battaglia tra Sheene e Roberts

25 anni fa a Silverstone l´eroica battaglia tra Sheene e Roberts

25 anni fa a Silverstone l´eroica battaglia tra Sheene e Roberts

Oggi si compiono 25 anni da una delle battaglie più combattute del Campionato del Mondo di Motociclismo. Nacque nel circuito di Silverstone, durante il Gran Premio di Gran Bretagna, tra due piloti che hanno scritto pagine di storia nel mondo delle competizioni sulle due ruote: Kenny Roberts e Barry Sheene. Questi due centauri diedero vita a un duello che, a distanza di 25 anni, viene ancora ricordato come un classico del Motomondiale.

Era il 1978 e dopo essersi proclamato per due anni Campione del Mondo della 500cc ai comandi di una Suzuki, Sheene vide come un pilota statunitense chiamato Kenny Roberts, che guidava una fiammante Yamaha gialla cominciava ad affermarsi come antagonista. Sheene aveva reso celebre la competizione fino a raggiungere un livello mai visto prima di allora nel Regno Unito, era il testimonial di alcune pubblicità ed era apparso in alcuno programmi televisivi.

Questo pilota londinese era così carismatico che le gare erano una delle trasmissioni televisive più attese tra quelle del palinsesto della BBC. Il Gran Premio Cinzano di Gran Bretagna era una delle manifestazioni più seguite, sia per quello che riguarda il numero degli spettatori che affollavano il circuito, che per gli ascolti televisivi. La vittoria in casa era un premio che mancava nel palmares di Sheene e quell´anno alcuni problemi meccanici stavano rendendo più difficile il suo cammino verso il titolo, ma il pilota britannico era ottimista per la gara di Silverstone e credeva di poter finalmente trionfare davanti al suo pubblico.

Roberts era intenzionato ad indossare di nuovo la corona di Campione del Mondo, dopo essersi recuperato da una brutta caduta nel precampionato, nella quale si era fratturato un piede, alcune vertebre e si era lesionato una gamba. Tra gli altri contendenti al titolo c´erano Wil Hartog, Virginio Ferrari e Jonny Cecotto.

La mattina della gara splendeva il sole e le temperature erano miti. Alla partenza fu Hartog, con la sua caratteristica tuta bianca, ad avere la meglio e ad allontanarsi al comando. Schizzando sul pericoloso rettilineo Hangar (Silverstone allora era una delle piste più veloci del mondo, prima che venissero aggiunte tutte le chicane per la F1), Sheene e Roberts raggiunsero il pilota olandese e lo superarono, ingaggiando in seguito un´eroica lotta tra titani.

A rendere tanto particolare questa gara fu il fatto che nessuno riusciva a lasciarsi l´avversario alle spalle, ma i due piloti si alternavano regolarmente al comando. Sheene sapeva di combattere davanti ai suoi fan e alle telecamere e quando sorpassò Roberts prima della curva Copse, corredò la manovra facendo con la mano un gesto inequivocabile. Era una battaglia avvincente tra due piloti che non avevano mai nascosto la propria rivalità.

Alla fine fu Roberts a vincere la gara e a battere il britannico sul traguardo con un vantaggio pari solo a mezza moto. Sheene riuscì a far segnare il giro record all´ultimo giro, quando l´assalto finale che aveva preparato andò in fumo per colpa di un doppiato, che gli fece perdere tempo nella curva Woodcote. Mentre cercava di recuperare il terreno perso, Sheene completò un ultimo giro spettacolare e dalle ultime fasi di questa gara viene il termine ´Grandstand finish´.

I due piloti a fine gara erano consapevoli di aver dato vita a un duello speciale e gli appassionati presenti nel circuito ebbero l´opportunità di assistere a una gara che sarebbe passata alla storia. Gli ingredienti di questa battaglia, velocità, abilità, rivalità e grande aspettazione del pubblico per una vittoria di casa resero unico lo scontro eroico nato a Silverstone.

D´altra parte, il 12 agosto rappresenta una data importante anche perché nel 1990 si corse l´ultimo Gran Premio in Svezia, concretamente ad Andestorp. La Svezia aveva ospitato la prima gara del Motomondiale nel 1958 e in seguito era stata lo scenario scelto per la disputa di 22 gare, delle quali 17 sul circuito di Anderstop. L´ultima gara vi venne disputata proprio 14 anni fa e il vincitore fu Wayne Rainey, che precedette l´allora compagno di squadra Eddie Lawson.

Tags:
MotoGP, 2004

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›