Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

La Ducati vuole fare altri passi avanti

La Ducati vuole fare altri passi avanti

La Ducati vuole fare altri passi avanti

Il team Ducati Marlboro questa settimana arriva all´Estoril forte dei risultati incoraggianti del test effettuato sul circuito di Brno nei due giorni successivi al Gran Premio Gauloises della Repubblica Ceca. Dopo aver piazzato entrambi i piloti nei primi cinque nelle ultime due gare disputate, il team ha registrato tempi sorprendenti nella sessione di test privato sul tracciato ceco e sia Loris Capirossi che Troy Bayliss sono fiduciosi per il Gran Premio Marlboro del Portogallo, l´undicesima prova del calendario 2004.

´I due giorni di test che abbiamo effettuato a Brno sono stati utilissimi per l´evoluzione della Desmosedici GP4 e non vediamo l´ora di tornare in azione a Estoril´, ha detto il direttore del Ducati Marlboro Team Livio Suppo. ´Avevamo due priorità per questa stagione: sviluppare il motore, rendendolo più facile da gestire, e il telaio, per migliorare la maneggevolezza´.

´Ora Loris e Troy sono molto soddisfatti del Twin Pulse e in occasione degli ultimi test, hanno provato diverse soluzioni per l´assetto delle loro Desmosedici GP4 con i tecnici della Ohlins, ottenendo tempi davvero interessanti´.

´Tutti in Ducati Corse stanno lavorando con impegno per far crescere la nostra moto e speriamo che Estoril ci permetterà di provare che abbiamo fatto un altro passo in avanti ´.

Estoril ha la velocità media più bassa di tutto il mondiale, solo 151km/h, ma ciò non semplifica certamente il lavoro di tecnici e piloti. Il tracciato presenta caratteristiche molto contrastanti: un rettilineo principale da 321km/h, la curva più lenta di tutto il calendario (l´ultima chicane, che i piloti affrontano a 60km/h), ma anche una delle più veloci (la curva cinque, dove si superano i 220km/h). Queste caratteristiche danno all´assetto un´importanza fondamentale.

´Quello che ricerchiamo è un set-up delle sospensioni che renda la moto sia più maneggevole sia più stabile, cosa particolarmente importante per la pista di Estoril´, spiega il direttore tecnico del Ducati Marlboro Team Corrado Cecchinelli. ´E´ difficile combinare queste due caratteristiche, ma con un buon lavoro sulle sospensioni si può raggiungere un risultato soddisfacente´.

´Con il Twin Pulse abbiamo fatto un bel passo avanti e ora stiamo affiancando ai miglioramenti ottenuti con il nuovo propulsore quelli ricavati dalle prove di set-up per ottenerne uno universale, adatto a tutti i circuiti. Estoril è molto tortuoso, quindi l´agilità nei cambi di direzione è fondamentale. E´ anche un circuito che non conosciamo benissimo – ci siamo stati solo per tre giorni lo scorso anno – ma l´anno scorso qui avevamo fatto una bella gara´.

Per sapere l´opinione di Capirossi e di Bayliss sul circuito dell´Estoril, clicca i collegamenti ai video nella parte superiore della pagina.

Tags:
MotoGP, 2004, GRANDE PREMIO MARLBORO DE PORTUGAL

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›