Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Hopkins commenta il miglior risultato della sua carriera

Hopkins commenta il miglior risultato della sua carriera

Hopkins commenta il miglior risultato della sua carriera

Domenica, al termine del Gran Premio Marlboro del Portogallo, John Hopkins era visibilmente contento per essere riuscito a tagliare il traguardo per la prima volta nei primi sei classificati nella categoria della MotoGP. Tuttavia, il pilota del team Suzuki continua a ripetere che il meglio deve ancora venire. La partecipazione di questo pilota statunitense nelle prossime stagioni del Motomondiale non è sicura, quindi questo buon risultato, sesto in qualifica il sabato e sesto la domenica, arriva nel momento opportuno.

`Questo è il miglior risultato che ho fatto in un Gran Premio della MotoGP e ne sono contento´, ha dichiarato Hopkins. `Però abbiamo avuto un piccolo problema che mi ha impedito di andare meglio. Durante tutta la gara, infatti, ho avuto un problema di chattering che invece prima non avevo riscontrato´. `Al termine della gara ci siamo resi conto che il pneumatico posteriore aveva un bordo danneggiato ed è questo che provocava le vibrazioni. Mi faceva distrarre, ma non avrei mai consentito che questo mi impedisse di fare un buon risultato. Quindi, ho cercato di ignorare il problema ed è andato tutto bene´. Hopkins è partito bene, ma è stato inghiottito dal gruppo nella prima curva. `In molti circuiti sono in grado di supplire alla mancanza di potenza, ma questo fine settimana è stato impossibile´, ha spiegato il pilota. `In Portogallo avevamo la seconda moto più lenta del paddock e questo è un aspetto che la Suzuki deve migliorare. La moto infatti è molto maneggevole e se la Suzuki ci può dare un po´ di potenza in più riusciremmo a fare i risultati che desideriamo´. `Ho inseguito Checa e ho potuto superarlo alla fine del rettilineo posteriore, ma non sono riuscito a mantenere il ritmo e presto mi ha sorpassato di nuovo´. Hopkins ha tagliato il traguardo alle spalle di Checa, con 18,6 secondi di ritardo rispetto al vincitore della gara Valentino Rossi, ma soddisfatto per essere il miglior classificato dei piloti statunitensi. `È stato un ottimo fine settimana´, ha poi aggiunto Hopkins. `Ho ragioni di credere che posso salire sul podio. Sono contento della direzione in cui ci stiamo muovendo, ma non posso pensare che questa stagione sia un successo fino a quando non avrò raggiunto uno dei miei obiettivi´.

Tags:
MotoGP, 2004, GRANDE PREMIO MARLBORO DE PORTUGAL, John Hopkins

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›