Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Melandri illeso ma deluso

Melandri illeso ma deluso

Melandri illeso ma deluso

Marco Melandri è uscito illeso dall´incidente che ha messo fine al suo Gran Premio Marlboro del Portogallo di domenica scorsa, ma ha riconosciuto di essere molto deluso, non solo per aver perso una grande occasione di poter salire sul podio, ma anche per aver distrutto la tuta da `Spiderman´ che aveva pensato di mettere all´asta in internet la settimana prossima per raccogliere fondi a favore dell´organizzazione umanitaria `Emergency´

.Il pilota del team Fortuna Gauloises Yamaha stava girando nella quinta posizione quando si è avvicinato al bordo del tracciato e ha perso il controllo della sua M1, anche lei `travestita´ ispirandosi all´eroe dei fumetti.

´Sono andato un po´ più largo rispetto ai giri precedenti, c´era dello sporco in pista e sono caduto´, ha spiegato il pilota di Ravenna. ´E´ un vero peccato perché fino a quel momento era andato tutto bene. Mi trovavo in quinta posizione e mi sentivo proprio bene l´unico punto in cui avevo qualche problema era l´ultima curva.

´Purtroppo, sono stato costretto a frenare più forte dei giri precedenti, perché alla curva prima la moto si era messa leggermente di traverso. Quando sono andato a frenare ero comunque tranquillo, perché ero abbondantemente in pista sulla linea bianca, ma incredibilmente c´era della terra e sono caduto. Sicuramente stavo tirando molto per cercare di tenere il passo dei primi, ma mi sentivo a mio agio con la moto, sicuramente più a posto che in prova´.

Sono molto dispiaciuto, soprattutto per aver rovinato la carenatura di Spiderman, che doveva essere messa all´asta per sostenere Emergency. Purtroppo, ancora una volta, devo dire ancora: sara´ per la prossima volta. Il lato positivo è che almeno non mi sono fatto male´.

La tuta di Melandri era stata dipinta da Aldo Drudi, la stessa mano che ha creato i famosi caschi di Valentino Rossi, utilizzando una tecnica speciale conosciuta come ´aerografia´. I pezzi sono stati costruiti dalla Spidi e poi consegnati a Drudi, che ha disegnato la ragnatela completamente a mano ispirandosi ai fumetti di Spiderman e utilizzando una pistola di vernice.

Poi il materiale completo è stato restituito alla Spidi, che ha provveduto a cucirlo e ad aggiungere gli sponsor del pilota.

La prima volta che Marco si era travestito da `Spiderman´ era stato al Gran Premio di casa al Mugello, nel 2002. In quell´occasione aveva vinto la gara, raccogliendo più di 13.000, una cifra che sperava di superare questa volta mettendo all´asta su internet la tuta, gli stivali, i guanti, il casco e anche la carenatura della moto.

Il ricavato verrà devoluto al Panshir Medical Centre, nel villaggio afgano di Anabah. Costruito nel 1999 per aiutare le vittime della guerra, questo centro specializzato in chirurgia, con unità di pediatria, ostetricia e ginecologia offre assistenza medica alla popolazione dell´intera regione ed è il primo centro di questo tipo aperto dall´ong Emergency Ngo nel paese.

Tags:
MotoGP, 2004, GRANDE PREMIO MARLBORO DE PORTUGAL, Marco Melandri

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›