Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Poncharal parla del futuro del Tech3

Poncharal parla del futuro del Tech3

Poncharal parla del futuro del Tech3

Come uno dei cinque team radicati, che hanno due posti garantiti nella griglia della MotoGP, il team Tech3 di Hervé Poncharal aspetta con impazienza la prossima stagione e la decisione degli sponsor su come sarà la struttura della scuderia.

Con i piloti che schiera attualmente, Marco Melandri e Norick Abe, il team ha conosciuto il trionfo, grazie al podio conquistato da Melandri nella Catalogna e ad Assen, quindi Poncharal spera che il prossimo anno il suo team possa continuare a rivestire un ruolo di appoggio alla squadra ufficiale.

Continuano le negoziazioni tra Yamaha e Altadis in merito alla sponsorizzazione per il 2005 e Poncharal ammette che le ultime cinque gare, comprese quelle extraeuropee, saranno di importanza fondamentale per tutti gli interessati e potrebbero definire una nuova funzione per il suo team, che a partire dalla prossima stagione potrebbe ingaggiare promesse della 250 e della 125 per prepararli per il team ufficiale.

`Non credo che il fatto di correre al di fuori dell´Europa comporti una maggiore pressione. Una cosa sicura è che per i nostri due piloti il contratto scade alla fine del 2004, un periodo nel quale si conclude anche la nostra collaborazione con la Yamaha e con l´Altadis´, spiega Poncharal.

`Abbiamo visto che quando ad alcuni piloti è stato detto che era difficile che potessero rimanere nel team per il quale correvano, improvvisamente sono arrivate prestazioni che non avevano mai fatto dall´inizio della stagione. Ovviamente ci avviciniamo alla fine dell´anno e tutti lotteranno con più intensità´.

`Credo inoltre che sarà molto interessante, perché tutti sanno che le ultime gare sono sempre le più importanti per i direttori dei team, per gli sponsor e per i piloti, perché si decide il loro futuro. Quindi credo che nascerà un finale molto emozionante e che le ultime gare saranno veramente belle ´.

`Al principio, la cosa più importante per noi è quella di poter far parte dell´associazione Altadis Yamaha. Tutti sappiamo che sono in corso negoziazioni tra Yamaha Giappone e Altadis HQ. Evidentemente, speriamo e desideriamo che il risultato di queste negoziazioni sia positivo e che potremo conservare Altadis come sponsor´.

`Questo è l´aspetto più importante. Poi dovremo decidere qual è la scelta migliore per i piloti del nostro team, ma se teniamo in considerazione del fatto che si tratta di un team ufficiale, che si presenta per vincere gare e per vincere il Campionato, dovremo essere sempre di più un team di appoggio: prendere piloti giovani dalla 125cc o anche dalla 125cc per vedere il loro potenziale e decidere se hanno le caratteristiche giuste per diventare un pilota della MotoGP. In caso affermativo li inseriremo nel team ufficiale. Credo che sarà un compito molto interessante, ho voglia che arrivi questo momento´.

Tags:
MotoGP, 2004, CAMEL GRAND PRIX OF JAPAN

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›