Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Motomondiale in tour. Prima fermata: Giappone

Motomondiale in tour. Prima fermata: Giappone

Motomondiale in tour. Prima fermata: Giappone

Il Campionato del Mondo MotoGP oggi ha fatto tappa al circuito Twin Ring di Motegi, in Giappone, per dare inizio ai preparativi per la prima di quattro gare transoceaniche che il calendario prevede per le prossime cinque settimane e che si terranno in Asia, nel Medio Oriente e in Australia. Questo tour orientale rappresenta un momento fondamentale per team e piloti, dal momento che ci sono fino a 100 punti in palio prima dell´ultima prova della stagione, che avrà come scenario il circuito spagnolo di Valenzia, ma soprattutto il titolo delle tre categoria del Motomondiale.

Per il Gran Premio Camel del Giappone Valentino Rossi, vigente Campione del Mondo e leader della serie, ritorna nel territorio dell´Honda, il costruttore a cui dette le spalle alla fine della scorsa stagione per unirsi alla rivale Yamaha.

Oggi Valentino, che spera di veder aumentare il suo vantaggio di 29 punti su Sete Gibernau al comando della generale, ha ammesso che non sarà facile battere un contingente formato da sei piloti Honda e dal wildcard Tohru Ukawa e farlo proprio nello scenario che il costruttore utilizza per i test.

´Sarà difficile, come sempre, forse di più´, ha detto Rossi, che l´anno scorso arrivò secondo, dopo essere riuscito a recuperare un´uscita di pista.

´L´anno scorso c´erano quattro Honda nei primi quattro. Fu una grande battaglia, non solo con Biaggi e Gibernau, ma anche con Tamada e con Hayden. Anche Melandri l´anno scorso fece una buona gara con una Yamaha. Arrivò quinto, quindi forse la nostra moto non va così male qui. Il tempo oggi è buono. Speriamo che rimanga così per tutto il fine settimana´.

Mentre Gibernau dovrà cercare di accorciare le distanze con Rossi dopo essere arrivato solo quarto all´ultima prova in Portogallo, l´uomo da non perdere d´occhio è l´eroe locale Makoto Tamada. Il pilota giapponese, che a Estoril è arrivato secondo alle spalle di Rossi, dopo essere partito per la prima volta nella sua carriera dalla pole, sta vivendo un momento molto positivo, con risultati davvero incoraggianti, e oggi non ha nascosto le sue intenzioni per il weekend.

´Ad essere onesto credo di essere in ottima forma´, ha dichiarato Tamada, che la scorsa stagione fu oggetto di una squalifica da parte della direzione gara, che considerò scorretta una sua manovra ai danni di Gibernau e gli sottrasse la terza posizione. ´I pneumatici si adattano bene a questa pista e anche la moto. Sono venuto qui per vincere ed è proprio quello che ho intenzione di fare. Valentino si è divertito troppo con me nell´ultima gara. Questa volta ho intenzione di divertirmi con lui´.

Tamada non è l´unico giapponese che vuole farsi notare questo fine settimana. C´è anche Shinya Nakano, che corre per la prima volta con la Kawasaki nel proprio paese. Come Tamada, Nakano monta gomme Bridgestone e si dichiara molto fiducioso dei pneumatici nipponici.

´Ieri ho fatto visita alla fabbrica della Bridgestone e mi hanno promesso che mi daranno una gomma speciale per Motegi´, ha poi aggiunto Nakano. ´So che gli appassionati attendono con ansia questa gara e voglio poter dimostrare il potenziale della Kawasaki´.

Per vedere l´intera conferenza stampa che precede la gara, clicca il collegamento al video nella parte superiore della pagina.

Tags:
MotoGP, 2004, CAMEL GRAND PRIX OF JAPAN

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›