Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Per Barberá il titolo non è più a portata di mano

Per Barberá il titolo non è più a portata di mano

Per Barberá il titolo non è più a portata di mano

La partecipazione di Héctor Barberá nel Gran Premio Camel del Giappone ha avuto un esito molto negativo. In seguito al suo abbandono e alla vittoria del capoclassifica del campionato dell´ottavo di litro Andrea Dovizioso sul circuito Twin Ring di Motegi, la corona iridata è già quasi stata assegnata.

Il pilota del team Seedorf Racing aveva iniziato nel migliore del modi la prova di Motegi. Dopo essere passato al comando alla partenza, era terzo quando i commissari hanno mostrato ai piloti la bandiera rossa per interrompere la gara a causa di un incidente. Quando però si stava preparando una seconda partenza, Barberá non è riuscito a mettere in moto per colpa di una pietra che era entrata nel carburatore. Il giovane pilota spagnolo è quindi dovuto uscire dall´ultima fila con la seconda moto e a tre giri dal traguardo è stato costretto al ritiro.

`Non c´è molto da dire. Dopo avere avuto qualche problema durante il fine settimana, abbiamo fatto alcune modifiche alla moto per la gara. Quando ero riuscito a trovarmi a mio agio con la moto e iniziavo a girare meglio, ci hanno mostrato la bandiera rossa. Ho cambiato i pneumatici e quando ho cercato di uscire dal box la moto non si accendeva. Sembra che una pietra sia entrata nel carburatore dall´airbox, attraversando i tre filtri che ci sono. Può succedere, anche se ci sono migliaia di pietre e 37 piloti ed è successo proprio a me´.

Quindici giorni fa sul circuito di Estoril Héctor Barberá aveva fatto un grande passo avanti nella corsa al titolo del Campionato del Mondo della 125cc, vincendo la gara e posizionandosi a solo 20 punti dal leader Andrea Dovizioso, che in quell´occasione dovette abbandonare la gara. Invece lo scorso fine settimana il pilota del team Seedorf Racing ha dovuto vedere dal box come il pilota italiano tagliava per primo il traguardo facendo salire a 45 punti il distacco nella generale, quando in gioco ce ne sono solo 100.

`Il campionato è diventato più difficile per mio, anche se il nostro obiettivo sarà quello di dare il massimo in Qatar, in Malesia e nelle altre prove per poter conquistare la vittoria. Sembra che Dovizioso sia baciato dalla sorte e tutti quelli che cercano di frenarlo cadano o non ci riescano. Basta guardare quello che è successo a Locatelli. Riassumendo, spero di vincere in Qatar´.

Tags:
125cc, 2004, CAMEL GRAND PRIX OF JAPAN

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›