Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Asta benefica e traguardo storico per Melandri

Asta benefica e traguardo storico per Melandri

Asta benefica e traguardo storico per Melandri

Marco Melandri da giovedì scorso e fino al 30 settembre mette all´asta gli indumenti (casco, tuta, guanti e stivali) ispirati al personaggio di Spiderman e utilizzati dal pilota del team Fortuna Gauloises Tech3 durante il Gran Premio Marlboro del Portogallo, ma anche la carenatura speciale della sua Yamaha M1, che riproduceva i colori del famoso personaggio dei fumetti. I proventi di quest´asta, che si trova sul sito www.ebay.it, saranno devoluti al Centro Médico Panshir, nel villaggio di Anabah, in Afganistán.

Si tratta del primo centro medico aperto dall´organizzazione umanitaria Emergency. Nel 2002, quando il pilota italiano corse e vinse il Gran Premio in Italia della 250cc mascherato da Spiderman. In quell´occasione Emergency raccolse più di 13.000€ e questa volta si spera di superare questa cifra.

´Quando la Columbia mi ha chiesto di travestirmi di nuovo da Spiderman, come avevo già fatto nel 2002, ho subito accettato, ma con la condizione che dessero anche a me uno di questi kit completi per poterli mettere all´asta´, ha spiegato Melandri al cinema Odeon di Milano il giorno dell´inaugurazione dell´asta.

´Spero solo che l´asta abbia un esito migliore rispetto alla mia prestazione in Portogallo… quando guardo le notizie per televisione, passo la maggior parte del tempo pensando a tutto quello che succede nel mondo e quindi ho deciso di aiutare a mio modo Emergency, che può occuparsi di risolvere situazioni difficili più facilmente rispetto a me´.

´Quando le cose miglioreranno in Afghanistan, mi piacerebbe andare a vedere cosa si è potuto fare con i soldi raccolti. Tutti gli articoli all´asta sono originali e li ho utilizzati per il weekend del Gran Premio in Portogallo. Se dovessi comprare un oggetto, certo comprerei il casco, un articolo molto importante per tutti i piloti, dal momento che protegge la testa. Si può guarire da una frattura alle ossa, ma non da una testa rotta, quindi il casco è molto prezioso´.

Domenica scorsa a Motegi Marco Melandri ha scritto una pagina della storia del Motomondiale diventando il pilota più giovane ad aver disputato 100 gare del Campionato del Mondo. È l´ultima pietra miliare nel curriculum di questo recordman di Ravenna, che nel 1997, nel giorno del suo debutto, solo 24 giorni dopo il suo 15º compleanno, diventò il pilota più giovane a correre in un Gran Premio.

Il 1998 è l´anno in cui disputa la prima stagione completa nel Campionato del Mondo della 125cc, inserito nel team Benetton Matteoni Racing Honda e, a 15 anni e 324 giorni, diventa il pilota più giovane a vincere un Gran Premio, sul circuito di Assen, un record che non è stato ancora battuto. Quell´anno ottiene anche la seconda vittoria e conquista il podio in non meno di otto occasioni, concludendo la stagione nel terzo posto della classifica generale del campionato.

La stagione successiva si perde le prime due gare in calendario per lesione, ma poi nel 1999 disputa una splendida stagione nel seno della scuderia Playlife Racing – Liegeois Honda e sale sul podio in nove occasioni, cinque sul gradino più alto. A fine anno è vice campione e solo un punto lo separa dalla corona iridata, che invece viene indossata da Emilio Alzamora.

Nel 2000 passa alla classe della 250cc: sale in sella a un´Aprilia e diventa il pilota più giovane della storia a conquistare il podio della quarto di litro grazie alla terza posizione messa a segno in Portogallo. A rio diventa il pilota più giovane della categoria a guadagnare la pole position per un Gran Premio e quell´anno arriva quinto nel campionato, dopo essere salito sul podio in quattro occasioni.

Nel 2001 si aggiudica la prima vittoria della 250cc, battendo Daijiro Kato e Tetsuya Harada al termine di una fantastica gara al Sachsenring e quella stagione riesce a salire sul podio in altre otto occasioni, prima di concludere il campionato nella terza posizione, alle spalle della coppia giapponese.

L´anno dopo finalmente si proclama campione… e, avete indovinato, diventa il pilota più giovane a farlo nella categoria della 250cc. Ai comandi di un´MS Aprilia, Melandri conquista il podio in dodici occasioni, comprese nove vittorie e si aggiudica il titolo con una vittoria mozzafiato su Fonsi Nieto a Phillip Island.

Nel 2003 dà il salto alla MotoGP, ma la sua prima stagione nella classe regina è tempestata di lesioni e la sua Fortuna Yamaha arriva solo 15ª. Quell´anno il suo miglior risultato è un quinto posto, conquistato a Motegi.

Invece, il primo podio per lui nella classe regina arriva nel quarto appuntamento del calendario, al Circuit de Catalunya, nel quale arriva terzo, un risultato che ripete ad Assen, due settimane dopo.

Per vedere alcune delle migliori azioni in pista di Melandri nel 100 GP che ha disputato clicca il collegamento al video nella parte superiore della pagina.

Tags:
MotoGP, 2004, CAMEL GRAND PRIX OF JAPAN, Marco Melandri

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›