Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Mamola rivela alcuni segreti per trovare il set-up ideale in Qatar

Mamola rivela alcuni segreti per trovare il set-up ideale in Qatar

Mamola rivela alcuni segreti per trovare il set-up ideale in Qatar

Anche se nessuno dei piloti del Campionato del Mondo MotoGP ha mai girato nel Circuito Internazionale Losail, completamente nuovo, nel quale viene organizzato il Gran Premio Marlboro del Qatar, l´ex pilota della 500cc Randy Mamola ha potuto studiare il tracciato quando ha completato i primi giri di pista in occasione della cerimonia d´apertura, nel luglio scorso. Mamola quindi può dare preziosi consigli ai piloti, per trovare rapidamente un set-up per le proprie moto.

Ai comandi della Desmosedici GP4 biposto del team Ducati Marlboro, con gomme Michelin, Mamola si è potuto fare un´idea di come il tracciato e le condizioni del tempo potranno influenzare le scelte di piloti, team e dei responsabili dei pneumatici.

´L´unica cosa sicura è che farà caldo!´ ha dichiarato l´ex pilota ufficiale di Honda, di Yamaha, di Suzuki e di Cagiva. ´Quando ci sono andato, nel luglio scorso, durante il giorno c´erano 48º, ma quando ho girato con la moto, alle 5.30pm, c´erano `solo´ 38º. Credo che le gare si disputeranno con temperature che vanno dai 35 ai 40 gradi. Inoltre l´atmosfera potrebbe essere secca o umida´.

´L´intero luogo è impressionante. Gli impianti sono fantastici e il circuito è stato concepito tenendo presenti le normative di sicurezza, quindi non ci sono quelle piccole chicane che sono state aggiunte ad altre piste per rallentare un po´ il ritmo´.

´Tutti parlano del fatto che ci potrebbe essere della sabbia sulla pista, ma in realtà il deserto circostante è soprattutto roccioso e gli organizzatori stanno facendo il possibile per evitare questo tipo di problemi e stanno collocando sezioni di prato artificiale larghe 3 metri all´interno e all´esterno della pista. È un `erba´ che non si sradica neanche se vi passa sopra una macchina da rally´.

´In generale il tracciato è molto piano, con un lungo rettilineo principale, come nella Catalogna, quindi le velocità punta raggiungono i 320km/h. In realtà è una pista che presenta molti aspetti simili ad alcune piste del calendario´.

´La curva 1 è simile alla prima curva di Sepang, la curva 3 ricorda il tornante che porta nel rettilineo posteriore di Estoril, la 4 e la 5 sembrano le due curve a destra prima dello stadio a Brno e inoltre ci sono altre curve che fanno venire in mente quelle di Welkom. Oserei dire che c´è anche un tocco di Assen´.

´Per quanto riguarda le moto credo che sia una pista che richieda un assetto piuttosto neutrale. Con tutte le curve che presenta ci vuole una moto agile, con geometria adatta alle condizioni. È un circuito nel quale importante la configurazione dell´anteriore. Nelle curve 4 e 5 per esempio, si entra rapidamente nella 4, ma bisogna essere pronti a sterzare per passare alla 5´.

Tags:
MotoGP, 2004, MARLBORO GRAND PRIX OF QATAR

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›