Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Un problema meccanico mette fine alla nuova impresa di Nakano

Un problema meccanico mette fine alla nuova impresa di Nakano

Un problema meccanico mette fine alla nuova impresa di Nakano

Due settimane dopo essere salito per la prima volta sul podio con la Kawasaki Fuchs, Shinya Nakano sperava di poter ripetere l'impresa nel Qatar, ma un'avaria del motore al quarto giro ha fatto svanire il suo sogno.

Il pilota giapponese aveva fatto un'ottima partenza dalla quinta posizione della griglia e nel secondo giro era riuscito a raggiungere la terza posizione alle spalle di Sete Gibernau e di Carlos Checa.

`Oggi sono stato sfortunato, ma le corse sono fatte anche di queste cose. Nell'ultima gara sono salito sul podio, ma oggi un problema al motore ha dato alla mia prestazione un finale deludente, proprio quando ero terzo´, ha detto Nakano, che ha perso due posizioni nella generale, passando dall'11º al 13º posto, dopo essere stato superato da Rubén Xaus e dal connazionale Norick Abe.

`Ho fatto una partenza molto buona, ma ci sono stati molti piloti che si sono toccati e le possibilità di finire per terra erano tante´, ha poi aggiunto il pilota.

Nonostante la delusione per non aver coronato nel modo giusto un Gran Premio che era cominciato in modo promettente, Nakano non perde l'ottimismo: `Ovviamente, la Kawasaki deve lavorare duro per capire quali sono i nostri problemi meccanici, ma nonostante questo risultato mi sento fiducioso per il futuro, visto che ho conquistato la quinta posizione e ho girato per tutta la gara nella terza posizione´.

L'altro militante del team, Alex Hofmann, ha ottenuto il miglior risultato della stagione, dopo aver preso il via dalla 18ª posizione dello schieramento e aver corso una gara di rimonta fino a tagliare il traguardo al nono posto.

`È stata una gara molto difficile, ma sono molto contento perché è stato il miglior risultato della stagione conquistato partendo così indietro. Però avrebbe potuto andare ancora meglio, perché verso la fine della gara potevo girare allo stesso ritmo di Hopkins e di Abe, ma ne ero troppo lontano´, ha spiegato Hofmann. `La partenza dalla parte più sporca della pista è stata un gran problema. Slittava continuamente e ho perso troppo tempo nei primi giri. Verso la fine invece giravo già più comodo e cambiavo marcia in tempo.´

Tags:
MotoGP, 2004, MARLBORO GRAND PRIX OF QATAR, Shinya Nakano

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›