Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Rossi risponde con una vittoria schiacciante

Rossi risponde con una vittoria schiacciante

Rossi risponde con una vittoria schiacciante

Fedele alle sue abitudini, Valentino Rossi non è rimasto zitto e, dopo aver conquistato la settima vittoria della stagione al Gran Premio di Sepang, ha fatto un gesto rivolto ai suoi avversari: ha spazzato l´asfalto davanti alla sua Yamaha, ricordando la penalizzazione della settimana scorsa nel Qatar.

Relegato al fondo della griglia dopo che uno dei suoi meccanici aveva cercato di pulire la posizione di partenza sul Circuito Internazionale Losail, Rossi era poi caduto mentre cercava di recuperare per raggiungere il gruppo di testa e il suo vantaggio al comando della classifica del campionato si era ridotto a quattordici punti.

A Sepang, Valentino ha voluto mettere le cose in chiaro e lo ha fatto in modo schiacciante. Infatti, ha semplicemente spazzato via la concorrenza, firmando la pole, il giro record e la vittoria. Alla partenza, il pilota del Gauloises Fortuna Yamaha era stato trattenuto da Alex Barros, ai comandi di un´Honda Repsol, partito molto bene dalla seconda posizione dello schieramento.

Rossi si è portato al comando nel corso del quarto giro, mentre il suo principale avversario per il titolo, Sete Gibernau, era rimasto indietro. Lo spagnolo del team Telefonica Movistar Honda ha conservato la quinta posizione per tre quarti della prova, prima di essere relegato al settimo posto da Makoto Tamada e da Loris Capirossi.

In testa, dopo essersi sbarazzato di Alex Barros Rossi ha iniziato ad aumentare il proprio ritmo per riuscire a mantenere le distanze da Max Biaggi, che era passato al secondo posto. Il romano ha fatto una gara incisiva: dopo una bella partenza, si è lanciato all´inseguimento dei piloti davanti ed è riuscito a sorpassare nell´ordine Nicky Hayden, Carlos Checa e Alex Barros.

Alle spalle del terzetto di testa, formato da Rossi, Biaggi e Barros, Hayden ha condotto una gara in solitario nella quarta posizione. Makoto Tamada, primo pilota Bridgestone in classifica ha sfoderato gli artigli nelle ultime fasi della gara e ha raggiunto la quinta posizione, relegando Loris Capirossi nella sesta all´ultimo giro. Gibernau è arrivato settimo, il peggior piazzamento dell´anno per lui, anche perché la sua Honda sembrava aver perso potere con una temperatura della pista più elevata rispetto alle prove. Alle spalle dello spagnolo troviamo la Kawasaki di Shinya Nakano. Carlos Checa, che era partito francamente bene, si è invece dovuto accontentare della nona posizione, davanti a Troy Bayliss.

Quando mancano solo sette giorni alla penultima gara della stagione, che si disputerà domenica a Phillip Island, il vantaggio di Valentino Rossi su Sete Gibernau ammonta a 30 punti. La vittoria sul tracciato malese ha permesso al team Gauloises Fortuna Yamaha di recuperare la prima posizione della classifica per squadre. Nel campionato costruttori invece l´Honda ha 315 punti, mentre la Yamaha 278.

Tags:
MotoGP, 2004, MARLBORO MALAYSIAN MOTORCYCLE GRAND PRIX, RAC

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›