Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Per Hopkins i problemi non finiscono mai

Per Hopkins i problemi non finiscono mai

Per Hopkins i problemi non finiscono mai

John Hopkins ha visto come un altro fine settimana cominciato bene si avviava verso un finale negativo. Sabato pomeriggio Hopkins, durante le prove ufficiali, era lanciato in un giro veloce, che avrebbe potuto garantirgli una partenza dalla pole position, quando un breve scroscio di pioggia ha mandato in fumo il suo tentativo alla fine della sessione. In gara invece sperava di arrivare nei primi cinque, ma ha dovuto abbandonare l´idea quando il suo motore è morto al secondo giro.

`Mi sembra come di vivere in un film´, ha detto rammaricato Hopkins. `Ogni volta che sono sul punto di fare qualcosa di importante si presenta una serie di problemi. Questo mi succede sempre, gara dopo gara´.

`Stamattina avevamo trovato il set-up ideale e il giusto feeling. Sono tornato in hotel e mi sono rilassato in piscina, poi sono tornato nel circuito con le idee chiare, pronto a combattere. Sono partito abbastanza bene, ma sui lunghi rettilinei sono stato sorpassato due Ducati. Le ho sperate senza problemi… dovevo solo zigzagare un po´ sui rettilinei per evitare che mi entrassero in scia´.

`Poi, all´improvviso, la moto si è spenta. Una vera sfortuna, soprattutto considerando l´ottimo set-up che avevamo trovato per la gara. Ma a volte le gare vanno così. Stavo andando meglio di come avevo girato tutto il weekend e sono sicuro che avrei potuto fare un buon risultato oggi´.

`Sono deluso, ma allo stesso tempo so che non devo perdere la motivazione. Abbiamo ancora due gare a disposizione per fare qualcosa di positivo e aspetto con impazienza la gara di Phillip Island del prossimo fine settimana. Se la moto non ci tradisce, so che ci aspetta un buon piazzamento´.

Tags:
MotoGP, 2004, MARLBORO MALAYSIAN MOTORCYCLE GRAND PRIX, John Hopkins

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›