Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

L´anno scorso a Phillip Island

L´anno scorso a Phillip Island

L´anno scorso a Phillip Island

Andrea Ballerini si impose nelle condizioni proibitive di Phillip Island. La pista era così allagata dalla pioggia che si sarebbe detto fosse stata invasa dal mare che la lambisce. Ballerini, ex campione europeo, vinse il primo Gran Premio della sua carriera e intascò i primi punti della stagione, mantenendo lucidità e sangue freddo in una situazione che rendeva più probabili del solito le cadute.

Andrea Dovizioso, proclamatosi campione la scorsa domenica a Sepang, fu il primo a scivolare sull´erba, quasi a metà circa del primo giro. Il pilota di Forlì non riuscì a riprendere la pista e la stessa sorte toccò a Casey Stoner, che prima di finire nel fango aveva condotto la gara, determinato ad aggiudicarsi la vittoria.

A quel punto era stato Stefano Perugini ad assumere il comando, ma venne presto raggiunto dai piloti del team Ajo Sport. Ballerini e Azuma, chiaramente avvantaggiati dalla gomme Bridgestone, lanciarono il loro attacco e Perugini si ritrovò secondo. Purtroppo però durò poco anche la gara del pilota di Viterbo, costretto a rientrare mestamente ai box con la sua Aprilia coperta di fango.

Anche le due KTM furono obbligate ad abbandonare, anche se stavano facendo entrambe un´ottima gara. Il primo a volare fu Kallio, seguito tre giri dopo da Locatelli. Nell´ultimo terzo di gara caddero anche Lucio Cecchinello, Pablo Nieto e, in modo spaventoso, Mirko Giansanti.

Ballerini e Azuma negli ultimi cinque giri riuscirono ad amministrare il proprio vantaggio sugli inseguitori con relativa tranquillità. Jenkner invece venne messo sotto pressione da Álvaro Bautista. Il giovane spagnolo non riuscì a superarlo e arrivò quarto, il miglior piazzamento della sua carriera. Dietro di lui anche Arnaud Vincent fece la miglior prestazione della stagione e ottenne la quinta posizioni. Héctor Barberá, Alex De Angelis, Jorge Lorenzo, Gabor Talmasci e Robbin Harms completarono la classifica dei primi dieci.

Il titolo della categoria era già andato a Pedrosa a Sepang, e in battaglia per la seconda posizione della generale c´erano Alex De Angelis e Perugini. Prima dell´ultimo appuntamento della stagione 2003, il sammarinese aveva 7 punti in più del laziale.

Tags:
125cc, 2004, CINZANO AUSTRALIAN GRAND PRIX

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›