Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Rossi lanciato verso un nuovo titolo a Phillip Island

Rossi lanciato verso un nuovo titolo a Phillip Island

Rossi lanciato verso un nuovo titolo a Phillip Island

Questo fine settimana al circuito di Phillip Island, in occasione della penultima prova della stagione, Valentino Rossi potrebbe proclamarsi Campione del Mondo della MotoGP 2004.

Con la vittoria della scorsa domenica a Sepang, Rossi si è consolidato nella prima posizione, davanti a Sete Gibernau, con 30 punti di vantaggio. Se arrivasse primo o secondo in Australia, uno scenario dove ha vinto nelle ultime tre stagioni, potrebbe conservare il titolo della MotoGP.

Il pilota di Tavullia potrebbe coronarsi campione della classe regina per il quarto anno consecutivo, ma per la prima volta con la Yamaha. Dopo aver lasciato l'Honda alla fine della stagione 2003, Rossi è diventato il primo pilota a vincere due GP consecutivi con costruttori diversi (GP a Valenzia '03 in sella a un'Honda, GP in Sudafrica Suráfrica ´04 ai comandi di una Yamaha). Questo fine settimana potrebbe raggiungere Eddie Lawson e fare un'altra storica impresa: Conquistare due titoli consecutivi con due costruttori diversi.

L'ultimo titolo della Yamaha risale alla stagione 1992, quando lo vinse Wayne Rainey. Il pilota nordamericano ottenne sette vittorie in una stagione, con una Yamaha, un record che condivide con Lawson.

Anche se basterebbe il secondo posto per permettergli di indossare la corona, Rossi – che in Malesia ha raggiunto Rainey e Lawson – potrebbe essere tentato di stabilire un nuovo record. Basta solo ricordare il GP in Australia del 2001, quando contese la vittoria a Max Biaggi e vinse la gara, anche se anche in quell'occasione, era sufficiente la seconda posizione per aggiudicarsi il Campionato.

D'altra parte, Sete Gibernau cercherà di salire per la prima volta sul podio si Phillip Island, un risultato che non basta per frenare Rossi, ma che almeno darebbe all'Honda il titolo costruttori. Se uno dei suoi piloti arriva nei primi tre, la marca alata conquisterebbe in questo modo il sedicesimo titolo, lo stesso totale dell'MV Agusta.

Le Honda si sono fatte scappare solamente una vittoria sulla pista di Phillip Island: nel 2000, quando ad imporsi fu la Yamaha di Max Biaggi. Oltre che sul romano, questo fine settimana l'Honda potrà contare su Alex Barros, che è già salito sul podio australiano due anni fa.

Oltre a questo duello tra i due costruttori giapponesi, i pista ci sarà l'australiano Troy Bayliss, con la sua Ducati, che correrà in casa in uno scenario nel quale ha già trionfato quando disputava la Superbike nel 2002. Bayliss, che corse il suo primo GP in questo circuito nel 1997 nella categoria della 250, l'anno scorso mantenne la posizione di testa prima di cadere e di vedere svanire le sue aspirazioni di aggiudicarsi il Gran Premio di casa.

Tags:
MotoGP, 2004, CINZANO AUSTRALIAN GRAND PRIX, Valentino Rossi

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›