Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

I piloti del Mondiale in visita a una riserva naturale

I piloti del Mondiale in visita a una riserva naturale

I piloti del Mondiale in visita a una riserva naturale

Oggi tre dei piloti più forti della MotoGP hanno partecipato a un´attività che precede il Gran Premio Cinzano di Australia e hanno visitato una riserva naturale. Makoto Tamada, John Hopkins e Marco Melandri hanno incontrato gli abitanti del Phillip Island Wildlife Park: canguri, koala e walabi.

`Ovviamente, tre gare in successione non ti danno il tempo di tornare a casa e, visto che Phillip Island non è esattamente una grande metropoli, ho deciso di vedere da vicino la fauna locale´, ha raccontato Tamada. `Mi piace molto la natura e mi diverto osservando koala e canguri´.

`Lunedì sono partito dalla Malesia e martedì sono arrivato in Australia, quindi ho anche avuto tempo di dedicarmi a uno dei miei hobby preferiti: la pesca. Almeno qui ci sono dei pesci!´.

`Scherzi a parte, la gara sarà molto difficile, soprattutto perché farà molto freddo. Dobbiamo verificare come risponderanno i nostri pneumatici a un cambio di temperatura così drastico dalle ultime due gare. Fino ad oggi, in questa seconda metà del Campionato ci hanno dimostrato che funzionano bene in situazioni molto diverse, quindi spero che le cose vadano bene qui´.

Per Hopkins, la visita è stata un modo positivo di sollevarsi il morale dopo la delusione di Sepang, dove il motore lo ha lasciato a piedi. Il pilota statunitense si è mostrato in piena forma nella seconda metà della stagione, ma quando è investito alla prima curva di Motegi e mentre correva nonostante fosse infortunato nel Qatar e in Malesia, la fortuna non è stata dalla sua parte.

`Ero molto deluso dopo la gara di Sepang´, ha confessato Hopkins. `Nelle qualifiche ero andato molto bene. Sono riuscito a migliorare la moto la mattina, sono tornato all´hotel per nuotare e per rilassarmi un po´ ed ero concentrato per la gara. Ma poi la moto ha semsso di funzionare´.

`Adesso l´ho già superato e sono già pronto per scendere di nuovo in pista. Una cosa che ho imparato questa stagione è che è importante rilassarsi e mettere la mente a zero, quindi questa visita è molto positiva in questo senso. Come succede a Makoto, la natura piace molto anche a me e vado sempre a pescare quando sono a casa mia California.

`Per quanto riguarda il circuito, Phillip Island è un a pista stupenda e abbiamo la messa a punto di base per tutti i circuiti. Come ho già detto in molte occasioni nella seconda metà della stagione, se non arrivo tra i primi cinque, per me sarà una delusione´.

Tags:
MotoGP, 2004, CINZANO AUSTRALIAN GRAND PRIX

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›