Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Phillip Island: una grande sfida per le gomme

Phillip Island: una grande sfida per le gomme

Phillip Island: una grande sfida per le gomme

Il Responsabile della Michelin per le competizioni motociclistiche Nicolas Goubert ha detto che il circuito di Phillip Island è uno dei tracciati del calendario del Campionato del Mondo MotoGP più esigenti per i pneumatici, dal momento che abbondano curva inclinate e che i piloti girano spesso con il gas aperto. La Bridgestone nel 2002 guadagnò la prima pole position a Phillip Island con Jeremy McWilliams, mentre la vittoria delle nove prove disputate sul tracciato australiano è andata in ogni occasione alla Michelin, che spera di aumentare questo record positivo questo fine settimana.

`Credo che per noi questa sia la gara più interessante, visto che è una delle sfide più grandi per i fornitori di gomme´, afferma Goubert. `Phillip Island è una pista che ci piace perché è molto veloce e aperta, quindi è facile che vi nascano battaglie combattute e avvincenti´.

`Il circuito è molto esigente con le gomme soprattutto in tutte e curve lunghe e veloci. Le moto rimangono a lungo inclinate e i piloti aprono il gas, quindi le temperature che si raggiungono, legate alle condizioni della pista, sono le più alte della stagione´.

`Di solito in questo periodo dell´anno a Phillip Island non fa molto caldo, anche se non si sa mai. Una cosa è certa: dopo il Qatar e la Malesia ai piloti sembrerà che faccia molto più freddo!´.

`Abbiamo fatto dei test qui nel precampionato e presto abbiamo visto che il nostro posteriore per il 2004 è avvantaggiato nelle lunghe curve a sinistra. Il pneumatico aumenta la trazione e quindi rende la moto più guidabile e tende a sgommare molto meno´.

`Anche il nostro anteriore da 16.5 pollici dovrebbe essere utile perché risponde in modo eccezionale. Questo permette ai piloti di sentirsi più sicuri e di usare la gomma anteriore al limite, per poter affrontare le curve in modo più aggressivo. La velocità è un aspetto importante sia in entrata delle curve che a metà curva, perché in questa pista la cosa fondamentale è mantenere lo slancio iniziale. Non si tratta di una pista freno-gas come molte altre del calendario´.

`La cosa più importante a Phillip Island è che le condizioni della superficie della pista non cambiano nel corso del fine settimana. A differenza di Losail e di Welkom, la pista rimane la stessa per tutto il weekend´.

Tags:
MotoGP, 2004, CINZANO AUSTRALIAN GRAND PRIX

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›