Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Giro onboard della pista di Valencia

Giro onboard della pista di Valencia

Giro onboard della pista di Valencia

Il circuito Ricardo Tormo è un susseguirsi apparentemente infinito di curve strette unite da corti rettilinei. L´ampio semicerchio dell´ultima curva e l´entrata veloce della prima contrastano violentemente con un andamento che sarebbe altrimenti estremamente geometrico grazie alle chicane ed alle curve lente che lo compongono.

Più adatta alle classi minori, Valencia costituisce comunque un´incredibile sfida per i piloti della MotoGP in quanto richiede un intenso esercizio di concentrazione e preparazione; l´unico modo per non farsi trovare impreparati specialmente nelle condizioni di bagnato che sono frequenti in queste zone alla fine del mese di ottobre.

Il susseguirsi di frenate e ripartente richiedono una regolazione delle sospensioni che garantisca il corretto bilanciamento tra un trasferimento dei carichi che ottimizzi il rendimento della moto, ossia che aiuti alternativamente il grip anteriore o quello posteriore, e una rigidità delle molle e in compressione sufficiente a prevenire oscillazioni della moto all´apertura ed alla chiusura della manopola del gas.

Sul circuito di Valencia l´avantreno della moto è sottoposto a sollecitazioni in cui è necessario molto grip anteriore, anche se per brevi periodi, in particolare in quelle curve in cui e necessario inserirsi con i freni tirati. E´ quindi necessario che il bilanciamento tra agilità e stabilità favorisca la maneggevolezza. Tuttavia, la moto necessità un´aderenza che le permetta di non perdere velocità nella penultima curva veloce, che si trova su uno scollinamento né subire dei saltellamenti durante le staccate violente a 300km/h.

A Valencia l´erogazione deve essere istantanea, ma lineare, proprio perché la sua natura a stop-and-go richiede una combinazione di aperture molto controllate all´uscita delle curve lente e chiusure pulite e nette nelle entrate.

Le molte zone da percorrere con marce basse aumentano il rischio di venir disarcionati dalla moto – buona parte di un intero giro è infatti da fare in seconda e c´è un susseguirsi di ben tre curve da percorre in prima. Tuttavia, la maggior parte delle cadute avvengono all´entrata di curve in discesa dove è facile perdere l´avantreno.

`La scelta del pneumatico anteriore è cruciale in questa pista perché ci sono molte curve in cui si entra in discesa´, conferma il capo del reparto competizione della Michelin Nicolas Goubert. `L´anteriore da 16,5 pollici sarà di aiuto a Valencia perché è una pista che prevede molti cambi di direzione´.

`Valencia è un circuito lento ma non poco esigente sulle gomme. La pista è tutta curve e inoltre è asimmetrica, visto che predominano le curve a sinistra. La lunga curva a sinistra verso la fine mette sotto pressione il pneumatico posteriore ed è per questo che il nostro posteriore per il 2004 dovrebbe essere un vantaggio´.

L´idolo locale Sete Gibernau conosce questo circuito meglio di altri piloti, dal momento che vi ha vinto nel 2001 e ammette che non si adatta molto ai prototipi 990cc quattro tempi della MotoGP.

`La pista non è troppo esigente con le gomme. È così lenta e stretta che raramente si scatena tutta la potenza della moto, ma allo stesso tempo, quanta più potenza si eroga più veloci si va, quindi le gomme sono importanti a Valencia come in qualsiasi altro circuito´, sostiene Gibernau.

`Quella di Valencia è una gara che mette a dura prova il fisico perché è piena di curve e perché le curve sono stretta, quindi la moto tende sempre a uscire di traiettoria ed è difficile governarla´.

´È un circuito nel quale ogni curva è importante, quindi bisogna essere abili in ogni settore di pista. Non ci sono zone nella quali so possono recuperare alcuni decimi di secondo, ma bisogna cercare di rosicchiare un decimo qui e un decimo là. Ci vuole un buon anteriore per le frenate e una buona trazione posteriore per le frequenti accelerazioni´.

Tags:
MotoGP, 2004, GRAN PREMIO MARLBORO DE LA COMUNITAT VALENCIANA

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›