Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Checa manda in frantumi il record della pole del circuito di Jerez

Checa manda in frantumi il record della pole del circuito di Jerez

Checa manda in frantumi il record della pole del circuito di Jerez

Nell´ultima giornata del primo test del team Ducati Marlboro con le gomme Bridgestone, Carlos Checa ha fatto segnare un tempo sensazionale, quasi due secondi al di sotto del giro record di Valentino Rossi e inferiore di quasi un secondo rispetto al record della pole del pesarese. Il miglior tempo dello spagnolo è stato 1´40.065.

`Evidentemente sono molto contento dei risultati ottenuti in queste tre giornate di prove´, ha dichiarato Checa, che alla fine della stagione 2004 è passato dalla Yamaha alla Ducati. `I tempi che ho fatto parlano da soli e non c´è bisogno di commentarli a lungo, ma è chiaro che si tratta solo dell´inizio di un lungo inverno e che dobbiamo lavorare duro per fare in modo che la nostra moto sia molto competitiva e che possiamo aspirare a vincere´.

`Adesso si tratta di definire alcuni aspetti della messa a punto per poterli elaborare a partire da gennaio anche se, ovviamente, questo risultato è un grande stimolo per tutti´.

Molti piloti HRC saranno in pista sul circuito andaluso anche venerdì, mentre il team di Borgo Panigale ha completato il programma di test oggi, come le scuderie di Kawasaki e Aprilia e il Proton Team KR, che oggi ha visto il tester Gregorio Lavilla ai sella alla versione ibrida con motore KTM.

`Il motore della Proton ha molto potenziale anche se bisogna lavorare per renderlo più guidabile e con un´erogazione più omogenea´, ha detto Lavilla, che la scorsa stagione era il collaudatore del Team Suzuki.

`Oggi abbiamo effettuato test su tutte le parti, per raccogliere la maggior quantità d´informazioni possibile e fare un primo passo nell´evoluzione della moto. Sono molto contento del fatto che alla Proton abbiano deciso di contare con me per effettuare questi test e spero che questo sia solo la prima fase dei progressi futuri´.

Nicky Hayden, che mercoledì era stato il pilota Honda più veloce in pista, sta lavorando con il nuovo capo tecnico Pete Benson, che prima di rivestire questo ruolo era incaricato della telemetria per il team Repsol Honda. Nella giornata di oggi Hayden è caduto, ma non ha riportato conseguenze.

Tempi non ufficiali

Carlos Checa (Ducati): 1´40´065
Loris Capirossi (Ducati): 1´40´926
Sete Gibernau (Honda): 1´41´036
Makoto Tamada (Honda):1´41´098
Tohru Ukawa (Honda):1´41´636
Troy Bayliss (Honda):1´41´663
Régis Laconi (Ducati):1´41´853
Shinya Nakano (Kawasaki): 1´42´012
Marco Melandri (Honda):1´42´023
Nicky Hayden (Honda):1´42´029
Alex Hofmann (Kawasaki): 1´42´378
Jeremy McWilliams (Aprilia) 1´42´483
Shinichi Itoh (Honda):1´42´624
Shane Byrne (Aprilia): 1´43´936
Gregorio Lavilla (Proton): 1´44´881

Tags:
MotoGP, 2004, Carlos Checa

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›