Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

10 Momenti Storici del 2004: N. 8

10 Momenti Storici del 2004: N. 8

10 Momenti Storici del 2004: N. 8

Il Gran Premio Camel del Giappone rimarrà a lungo nella memoria di molte persone, sia per l´ammucchiata alla prima curva che mise fuori combattimento sei piloti, sia per la famosa vittoria in casa di Makoto Tamada, che guidava una moto giapponese e che montava pneumatici giapponesi.

Invece, i tifosi della di tutto il mondo non potranno dimenticare la gara di Motegi del 2004, al termine della quale il costruttore ha conquistato il primo podio della MotoGP, grazie al fantastico terzo posto di Shinya Nakano. Due anni dopo aver ripreso le competizioni del Motomondiale con il wild card Akira Yanagawa in sella a un prototipo della Ninja ZX-RR, il risultato del pilota del team Fuchs Kawasaki Racing equivaleva a una vittoria.

Acclamato dai suoi fan, che sventolavano bandiere verdi dalle tribune, Nakano inseguì per tutti i 18 della gara la Yamaha di Marco Melandri. Il momento cruciale arrivò nel diciannovesimo giro, alla fine del rettilineo posteriore, quando Nakano superò Melandri e conservò la terza posizione fino al traguardo.

La terza posizione di Nakano eguaglia l´ultimo podio conquistato dalla Kawasaki nella classe regina: il terzo posto di Kork Ballington che con una KR500 nel 1981 salì sul terzo gradino del Gran Premio di Finlandia a Imatra. A fine gara il team manager Harald Eckl commentava l´impresa compiuta dal suo pilota.

`La cosa più importante questo pomeriggio è la motivazione che questo risultato può darci per il futuro. Oggi abbiamo potuto vedere cosa può fare la Ninja ZX-RR´, ha detto Eckl dopo la gara. `Sono molto contento per tutti i membri del team Fuchs Kawasaki Racing Team, ma anche per la Bridgestone, perché negli ultimi mesi hanno tutti lavorato molto duro. Oggi finalmente questo lavoro ha dato i suoi frutti. Ma senza l´aiuto di Shinya oggi questo podio non sarebbe stato possibile: ha fatto una gara fantastico´.

Anche Nakano si mostrava entusiasta per essere riuscito ad evitare l´incidente alla prima curva per poi conquistare il secondo podio della sua carriera nel Motomondiale (il primo era stato nel 2001 al Sachsenring con una Yamaha).

`Questo è un risultato fantastico per me, per la Kawasaki e per la Bridgestone. Alla partenza sapevo che sarebbe successo un incidente, perché la curva 1 è molto stretta. Sono passato all´interno e ho guadagnato la quarta posizione, poi ho cercato invano per moltissimi giri di sorpassare Melandri. Verso la fine della gara avevo ancora un buon grip nel posteriore e questo è quello che mi ha avvantaggiato. Sapevo che Melandri avrebbe cercato di chiudere all´interno, quindi mi aspettavo la sua manovra.

`Alla fine potevo girare ancora in tempi bassi, ma l´ultimo giro è stato probabilmente il più lungo di tutta la mia carriera. Stavo solo aspettando di vedere la bandiera a scacchi: non riuscivo a credere di essere terzo´.

Tags:
MotoGP, 2005

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›