Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Per Biaggi si avvicina l´ora X

Per Biaggi si avvicina l´ora X

Per Biaggi si avvicina l´ora X

Ultimano i preparativi di Max Biaggi, che tra poco finalmente provare la nuova moto in pista e verificare nel migliore dei modi lo stato delle proprie condizioni fisiche, in particolare l´efficacia e la funzionalità del piede. Recentemente, infatti, il team Repsol Honda ha confermato il centauro romano come pilota ufficiale della scuderia e Max dovrà scendere in pista per le prime sessioni di prove del 2005, in programma a Sepang questo fine settimana, dal 23 al 25 gennaio.

Questo test iniziale sarà quindi per vari motivi un momento cruciale per Biaggi. Dopo un brutto incidente, occorsogli il 6 novembre scorso mentre si allenava con una Supermotard, è stato operato da uno specialista in una clinica francese e non ha ancora avuto occasione di guidare e accertare se il piede sinistro è in grado di reggere il ritmo di una sessione di test. Nel circuito malese ad attenderlo ci sarà poi una moto sconosciuta, una Honda RC211Vs ufficiale che, come afferma il romano, è il sogno di tutti i piloti. Quindi questo primo test dell´anno nuovo rappresenta una vera pietra miliare nella carriera del pilota.

Biaggi non è sicuro di poter spingere la moto al limite, dal momento che le fratture si sono saldate, ma erano brutte e sarebbe necessaria una riabilitazione un po´ più lunga per poter affrontare lo sforzo che richiede la Moto GP. Il pilota è pronto a scendere nella fossa dei leoni, ma per evitare che alcuni movimenti bruschi possano danneggiare ulteriormente il piede ferito, il Reparto Corse Danese e la Clinica Mobile hanno studiato e costruito alcuni stivali speciali, con una protezione all´altezza dell´astragalo, che per ora rappresenta il tallone d´Achille del romano.

Max per i test di Sepang avrà quindi in dotazione uno stivale che gli permetterà una mobilità limitata, ma più avanti potrà utilizzare anche uno stivale più elastico per poter spingere al limite e cercare il tempo della pole. Poi, durante tutta la stagione 2005, alcuni tecnici del D-Tec (Dainese Technology Center) cercheranno di modificare lo stivale per adattarlo di volta in volta alle esigenze del romano, per permettere alla caviglia e al piede raggiungere una completa guarigione.

Ma per ora Biaggi preferisce procedere passo dopo passo e con lui in Malesia porterà le stampelle, le compagne di una brutta avventura, che spera di poter accantonare presto.

Tags:
MotoGP, 2005, Max Biaggi

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›