Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Edwards e Rossi di nuovo in pista

Edwards e Rossi di nuovo in pista

Edwards e Rossi di nuovo in pista

Domenica a Sepang Colin Edwards ha debuttato ai comandi della Yamaha ufficiale per effettuare, assieme al suo nuovo compagno di squadra Valentino Rossi, la prima delle tre giornate di test in programma in Malesia. Anche se aveva avuto occasione di guidare la M1 due volte prima del divieto invernale di fare prove, lo statunitense è diventato pilota ufficiale Yamaha solamente il 1 gennaio ed era visibilmente contento di ritrovarsi in Malesia con la nuova squadra.

"Sono abbastanza contento dopo la prima giornata di prove ed è fantastico essere tornati in pista", ha dichiarato l'americano. "Oggi abbiamo fatto dei cambiamenti sul setting e lavorato su diversi piccoli dettagli, cercando di migliorare il set-up della moto. Gli ingegneri giapponesi hanno bisogno di molte informazioni per poter costruire il loro database, quindi abbiamo fatto del lavoro anche per loro".

"Non abbiamo provato le gomme, perché volevamo concentrarci sul set-up, ma domani dovremo testare diversi pneumatici per la Michelin. Abbiamo un nuovo motore, un nuovo telaio e quindi c'è molto lavoro da fare; per quanto mi riguarda alcuni punti sono migliorati altri no, ma dobbiamo solo trovare il giusto equilibrio e saremo a buon punto".

Edwards è stato reclutato dal team iridato nel 2004 e sarà il compagno di squadra del vigente Campione del Mondo Valentino Rossi, ma confessa di non sentire troppa pressione per la sua nuova condizione: "Molti me l'hanno chiesto, ma io non la vedo così. Per me è meglio: Valentino è il Campione del Mondo e sta lavorando sullo sviluppo della stessa moto che guido io!".

"Credo che possiamo lavorare molto assieme. Siamo abbastanza simili e quello che va bene a lui si norma va bene anche a me. Ci stiamo muovendo nella stesa direzione e questo è un ingrediente essenziale in un buon team".

In Malesia Edwards è in pista assieme a parecchi rivali della MotoGP, ma sostiene che la competitività in pista in questi primi test potrà beneficiare lo sviluppo. "Credo che sia una cosa positiva: più siamo meglio è!", ha aggiunto sorridente.

"In questo modo sapremo fin da subito cosa aspettarci dagli altri. Comunque, credo che per questi test i ragazzi della Honda guideranno la moto del 2004, mentre noi ci stiamo gièa concentrando sulle specifiche del 2005, quindi forse nel secondo test saremo in grado di sapere cosa bolle in pentola".

Anche Rossi ha fatto progressi significativi in pista e si è rivelato il secondo più veloce della giornata, dopo Loris Capirossi. Il Campione di Tavlullia concorda con Edwards in merito alla nuova moto. "Oggi non è andata male, per essere il primo giorno di test!" ha dichiarato il Campione del Mondo. "Abbiamo lavorato sul set-up, e sappiamo con sicurezza che questa nuova moto va bene".

"C'è stato un miglioramento a livello di motore e adesso l'obiettivo è di effettuare altre modifiche cercando di ritrovare lo stesso feeling che avevamo con la moto dell'anno scorso, in modo da poterla guidare nello stesso modo. Questa moto è quasi completamente nuova, inoltre io non guidavo da due mesi; quindi c'è molto lavoro da fare e domani continueremo a farlo".

Il Direttore del Team Gauloises Davide Brivio ha confermato che il potenziale mostrato da Rossi e da Edwards, che dovranno completare un intenso programma di test con la YZR-M1 è la prova di quello che verrà.

"In novembre abbiamo testato una moto-prototipo e oggi siamo venuti qui con la versione finale della moto 2005", ha detto Brivio. "Il lavoro svolto oggi è stato solo normale lavoro di regolazione e messa a punto. Abbiamo in programma 18 giorni di test prima dell'inizio del campionato, quindi abbiamo molto tempo per lavorare sulle varie problematiche, con la speranza di trovare una buona soluzione per tutti i punti critici. Oggi è solo la prima giornata di prove".

Tags:
MotoGP, 2005, Colin Edwards, Valentino Rossi

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›