Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Fortuna Yamaha Tech3: Elias cade e Xaus debutta con la M1

Fortuna Yamaha Tech3: Elias cade e Xaus debutta con la M1

Fortuna Yamaha Tech3: Elias cade e Xaus debutta con la M1

Domenica a Sepang Toni Elías si è slogato il mignolo della mano destra, vittima di una caduta mentre girava a bassa velocità assieme al suo nuovo compagno di squadra nel Fortuna Yamaha, Rubén Xaus.

Elías, agli esordi con la MotoGP, ha dovuto mettere fine anticipatamente alla sessione di prove, ma ha comunque dichiarato di aver fatto importanti progressi con la sua Yamaha M1 e dovrebbe riprendere la pista lunedì.

"E' stato un errore da principianti, sono entrato in curva con una marcia inferiore a quella giusta e quando ho aperto il gas la moto mi ha buttato a terra", ha spiegato Elías, cha ha fatto il miglior tempo in 2'05.2 e ha percorso 56 giri.

"Anche se non stavo andando molto veloce, è stata una caduta molto brutta.Fa parte del processo di apprendimento. Fino a quel momento andavo bene: stavo migliorando il tempo e guidavo molto concentrato".

"Non ho toccato niente della messa a punto, perchè il mio obiettivo è quello di accumulare chilometri e basicamente adattarmi alla nuova moto".

"Ad ogni modo, la cosa importante è essere qui. Sono potuto salire in sella alla M1 dopo due mesi e mezzo di riposo e ho potuto continuare a imparare. In principio sono contento".

Xaus provava la YZR-M1 per la prima volta dopo essere rimasto per quattro anni in Ducati e ha completato 63 giri del tracciato malese, cercando di imparare il più possibile della nuova moto.

"Quasti test mi servono per conoscere e adattarmi al nuovo team e alla nuova moto", ha detto Xaus, che ha fatto fermare il cronometro a 2'04.9. "Mi trovo molto bene con tutti i membri del team anche se devo parlare in francese con i meccanici e inglese con gli ingegneri".

"Ho avuto un feeling molto buono con la moto, mi piace. Ho ancora delle abitudini che derivano dall'aver guidato per cique anni una Ducati, perchè ad esempio dovevo usare la frizione solo per ingranare e poi potevo dimenticarmene. Con la Yamaha ovviamente è molto diverso. Non uso ancora il motore come dovrei e la posizione di guida è molto diversa, più verso l´anteriore, quindi cambiano tutti i riferimenti".

"In generale sono molto contento, fondamentalmente ho girato tutto il giorno con l´intenzione di trovare il feeling con la M1 senza preoccuparmi dei tempi. La mattina ero un po´ teso e credo che domani sarà molto più rilassato quando arriverò nel circuito".

Tags:
MotoGP, 2005

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›