Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Capirossi domina anche il secondo giorno di prove a Sepang

Capirossi domina anche il secondo giorno di prove a Sepang

Capirossi domina anche il secondo giorno di prove a Sepang

Nella seconda giornata di test sul Circuito Internazionale di Sepang Loris Capirossi è stato di nuovo il più veloce in pista nei test organizzati da diversi team della MotoGP nel tracciato malese. Il romagnolo della Ducati, che guidava la Desmosedici GP5 per la seconda volta, ha fatto fermare il cronometro a 2´01.98, a un solo decimo di secondo dal tempo della pole stabilito da Valentino Rossi lo scorso ottobre sullo stesso tracciato sua Yamaha.

`È un vero piacere lavorare così, una grande soddisfazione ed uno stimolo importante´, ha detto Capirossi. `Abbiamo lavorato intensamente provando diverse soluzioni di assetto, constatando inoltre che il telaio si comporta molto bene´.

`Un altro passo importante lo abbiamo fatto con le Bridgestone, soprattutto sulla gomma anteriore che si comporta perfettamente. Adesso dobbiamo concentrarci su quella posteriore, per essere competitivi anche sulla distanza. Domani sarà un´altra giornata di duro impegno ma per il momento sono decisamente soddisfatto´.

Il suo compagno di squadra Carlos Checa oggi invece non è uscito in pista. Ieri sera era stato accompagnato all´ospedale per un brutto mal di testa e qualche capogiro. Qualche giorno fa gli sono stati rimossi i punti che gli avevano dato a una mano, per chiudere le ferite che si era procurato a Madonna di Campiglio. Forse gli ha fatto male la medicazione e oggi suo malgrado, non ha potuto fare test sulla rossa di Borgo Panigale. `Sono amareggiato nel vedere gli altri girare ma il forte mal di testa non mi ha consentito di salire in moto´, ha spiegato Checa. ` Spero domani di stare decisamente meglio e di poter scendere in pista. In ogni caso vedere le ottime prestazioni di Loris mi riempie di gioia a conferma che il progetto della nuova GP5 può portarci lontano´.

Livio Suppo, responsabile del progetto Ducati MotoGP, spera che lo spagnolo possa tornare in azione martedì: `Carlos purtroppo questa mattina non stava bene, aveva un forte mal di testa e abbiamo preferito che si riposasse per tutto il giorno´, ha spiegato. `Non è nulla di grave, solo una forma influenzale aggravata probabilmente dalla debilitazione dovuta alla ferita alla mano, che peraltro sta migliorando, e domani speriamo possa unirsi a Loris in pista´.

Valentino Rossi, che sta imparando a conoscere una nuova moto, si è dichiarato contento del suo tempo, il secondo più veloce della giornata. Il pesarese e Colin Edwards, l´altro esponente della scuderia ufficiale Yamaha, hanno entrambi migliorato i propri tempi ai comandi della versione 2005 della YZR-M1 e hanno potuto fare test anche su una nuova fornitura di pneumatici Michelin.

Alex Barros ha invece effettuato un test per la Michelin, provando almeno dieci pneumatici anteriori e mettendo a segno il quarto miglior tempo della giornata. Quella di Barros è stata la seconda Honda più veloce in pista, dietro a quella di Sete Gibernau e seguito a ruota da Max Biaggi, che è riuscito a vincere il dolore nella caviglia infortunata e ha fare una prestazione di tutto riguardo.

Dopo la caduta di Toni Elías ieri, nella quale il giovane spagnolo si è slogato un mignolo, oggi è stata la volta del suo compagno di squadra Ruben Xaus, caduto per la prima volta dalla sua Yamaha YZR-M1 durante la mattinata. Il pilota spagnolo è uscito illeso dall´incidente e , nel pomeriggio, è riuscito a migliorare notevolmente i propri tempi, dopo aver deciso di ritornare a utilizzare la moto nella sua configurazione originale.

Il Team Suzuki MotoGP, dopo essere rimasto in Malesia per quattro giorni, ha fatto le valigie e ha lasciato Sepang con la soffisdazione di aver fatto importanti progressi nell´ultima evoluzione della GSV-R, chiamata XRE2.3, in questo primo test.

Sotto l´attento sguardo del nuovo Team Manager Paul Denning, Kenny Roberts e John Hopkins hanno provato diverse specifiche per il motore e per il telaio della nuova moto ed entrambi si sono dichiarati sorpresi dei miglioramenti riscontrati, sia per la sua potenza che per la sua guidabilità. Roberts è stato il quinto più veloce della sessione odierna.

`Dopo un´attesa così lunga è bello aver portato a termine il primo test´, ha detto Denning. `Durante l´inverno alla Suzuki hanno fatto un lavoro fantastico per quello che riguarda le prestazioni del motore e questo fine settimana l´appoggio da parte della Bridgestone, della Motul e di tutti i nostri partner è stato magnifico. Ci stiamo muovendo nella giusta direzione e stiamo lavorando doso per tirare fuori il meglio dalla GSV-R´.

Presente in pista anche Makoto Tamada, che continua i test cominciati ieri con il nuovo team. Secondo le sue stesse dichiarazioni, il pilota giapponese in questi primi test con la struttura Konica Minolta Honda non sta cercando di mettere a segno dei tempi veloci, ma prova esclusivamente per familiarizzare con la Honda RC211V e con i nuovi pneumatici Michelin.

Tempi non ufficiali forniti dai team:

Loris Capirossi (Ducati): 2´01.98 (60 giri)
Valentino Rossi (Yamaha): 2´02.16 (55)
Sete Gibernau (Honda): 2´02.2 (60)
Alex Barros: (Honda): 2´02.307 (77)
Max Biaggi (Honda): 2´02.35 (43)
Kenny Roberts (Suzuki): 2´02.38
Colin Edwards (Yamaha): 2´02.48 (62)
Nicky Hayden (Honda): 2´02.49 (81)
Troy Bayliss: (Honda) 2´03.918 (52)
Toni Elías: (Yamaha): 2´03.20 (51)
Rubén Xaus (Yamaha): 2´03.40 (62)
Marco Melandri (Honda): 2´02.70 (69)
Makoto Tamada (Honda): 2´02.69

Tags:
MotoGP, 2005, Loris Capirossi

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›