Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Mamola commenta il test di Sepang

Mamola commenta il test di Sepang

Mamola commenta il test di Sepang

Per prima cosa, Buon Anno a tutti. Questo è un inverno lungo per tutti e sono sicuro che, proprio come me, state già aspettando la prima gara della stagione, il 10 aprile a Jerez.

In un certo senso, la stagione è cominciata lo scorso fine settimana a Sepang ed è stato interessante seguire le notizie e i tempi su motogp.com. La cosa brutta di questi test è che se non sei presente è veramente diggiciale sapere nei dettagli quello che sta succedendo. I giri veloci di ogni pilota sono solo una parte della storia e per me è difficile come per voi aggiungere qualcosa.

Ad esempio, mi piacerebbe sapere se Loris Capirossi può fare questo magnifico tempo con la Desmosedici GP5 montando pneumatici da gara e se Sete Gibernau dice la verità quando afferma di aver girato sempre sul 2´02´´!.

Ad ogni modo, abbiamo visto i soliti piloti occupare le prime posizioni e tutti cercavano di battere Rossi. Valentino sembrava molto regolare in pista: leggendo le sue dichiarazioni e parlando con qualcuno che si trovava lì, sembra che sia contento di come va la moto del 2005.

Questo periodo dell´anno è fondamentale nella preparazione della stagione, perchè si tratta di un´occasione in cui il costruttore, i tecnici delle sospensioni e gli specialisti nei pneumatici si riuniscono. Inoltre, hanno a disposizione il nuovo materiale e possono decidere di integrarlo nel modo migliore. L´anno scorso, la Yamaha feec un lavoro incredibile, rispondendo alle richiesto di Valentino che voleva una moto in grado di vincere le Honda nei Test Ufficiali di marzo e poi, ovviamente, il titolo del Campionato del Mondo.

L´anno scorso riuscirono a prendere di sorpresa l´Honda, ma non credo che succeda di nuovo. L´Honda ha schierato molti piloti a Sepang, tutti impegnati a raccogliere informazioni per le moto del 2005, un compito che considero fondamentale per questi test. Sono decisi a recuperare il titolo e lo dimostrano la ristrutturazione del team ufficiale e lo sforzo che stanno facendo per costruire una moto competitiva.

Secondo me, il fattore chiave dei loro progressi potrebbe essere il ritorno di Erv Kanemoto. Erv rappresenta esattamente quello che mancava nell´HRC nel 2004. Quando hanno perso Valentino Rossi non hanno perso solamente il miglior pilota, ma anche la direzione in cui muoversi, nella persona di Jeremy Burgess. Credo che questo influi sull´andamento di tutto il team, compreso Nicky Hayden, perchè l´influenza di Jeremy era molto forte in quel box.

Ovviamente l´Honda sa cosa fare per costruire una moto, ma nei box c´è bisogno di una persona in grado di prendere le decisioni dulla messa a punto per ogni circuito, che seriva come punto di unione tra i meccanici, gli ingegneri e la fabbrica, ma soprattutto, che sappia comprendere i piloti e sappia tradurre le loro impressioni per ottenere i settaggi ideali per la moto.

Erv è l´uomo giusto e ha già lavorato con Max in passato. Dovrebbero fare una buona squadra.

Credo che i risultati del lavoro che entrambi hanno svolto assieme in questo primo test si vedranno nelle prossime prove, sempre a Sepang, quando l´Honda farà scendere in pista per la prima volta le moto per il 2005. Sarà in quel momento che Valentino Rossi saprà esattamente cosa lo aspetta quest´anno.

Tags:
MotoGP, 2005

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›