Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Porto: `Il mio obiettivo è lottare per il titolo´

Porto: `Il mio obiettivo è lottare per il titolo´

Porto: `Il mio obiettivo è lottare per il titolo´

Sono in iziati bene i preparativi per la prossima stagione di Sebastián Porto, che non sembrava essere stato quasi tre mesi lontano dalle piste. Il vice campione del mondo del 2004 non guidava la sua Aprilia dalla fine del Campionato, lo scorso ottobre a Valencia. Poi è rimasto in Argentina, dal momento che aveva deciso assieme al team di non provare la moto fino a quando non fossero stati disponibili nuovi particolari.

L´argentino è tornato in pista questa settimana, nelle tre giornate di prove organizzate dai team dell´Aprilia nel circuito di Jerez, dove ha effettuato il giro più veloce della prima e dell´ultima giornata. Solamente l´australiano Casey Stoner è riuscito a girare in un tempo inferiore in queste prime sessioni do test segnate dal maltempo.

`Il test è andato bene e sono contento´, spiega il pilota argentino. `Peccato che si sia svolto durante tre giorni di freddo polare in Spagna. Delle tre giornate di lavoro, due sono state accompagnato da condizioni atimosferiche piuttosto brutte. Il primo giorno le temperature erano molto basse e il secondo giorno tirava molto vento´.

`Ad ogni modo il bilancio è abbastanza buono. Abbiamo provato molte cose: specialmente per il telaio e le sospensioni e altre, ma poche, per il motore´, aggiunge Porto, che in questa sessione ha fatto fermare il cronometro a 1´43´´816, a soli 2 decimi dal tempo che nel maggio scorso gli aveva garantito la pole per il Gran Premio disputato nello stesso scenario, ma lontano dallo straordinario 1´42´´946 messo a segno un giorno prima da Dani Pedrosa.

Il pilota del Repsol Aspar Team evita di entrare nella `guerra psicologica´ del confronto con i tempi degli avversari nei primi test di precampionato, ma riconosce che Pedrosa sarà il principale riferimento per il 2005.

`Il tempo di Dani? Queste cose si tengono sempre in conto. So che le Honda vanno veloci e che Dani ha fatto un tempo molto buono, ma non si sa mai cosa stanno provando gli altri e in questa fase quello che mi preoccupa è mettere a punto la moto e vedere quello che succede quando inizia il Campionato in aprile´.

`Sarà un Campionato difficile´, aggiunge il pilota argentino. `È chiaro che il punto di riferimento più importate sarà Pedrosa, avrà un anno di esperienza in più nella categoria e parte un po´ come favorito. Ma ci saranno anche molti piloti giovani che arrivano dalla 125cc e che sono `affamati´, come si suol dire. Credo che si potranno adattare rapidamente, non so se fin dalla prima gara. Jorge Lorenzo sta già andando bene e ci saranno anche Dovizioso e De Puniet´.

`Non bisogna mai dimenticarsi di Randy: ha molta esperienza e sarà competitivo´, dice del nuovo compagno di squadra, con cui ha condiviso il box per la prima volta sul tracciato spagnolo. `In definitiva, si sono aggiunti molti piloti veloci alla cilindrata´.

`Per quello che mi riguarda, il mio obiettivo è lottare per il titolo. Negli ultimi anni ogni volta mi dovevo abituare a una nuova moto e a una nuova scuderia, mentre quest´anno è diverso, sono più tranquillo, visto che sarà già la seconda stagione con la stessa moto e con un team che conosco´.

Sulla struttura che lo ha accompagnato per questo primo test, Porto afferma: `Ci sono alcuni cambiamenti interessanti che hanno interessato la scuderia: per questo test hanno già lavorato due o tre persone della fabbrica che ci aiuteranno a trovare una buona messa a punto fin dal primo momento. L´anno scorso ci sono stati degli altibassi all´inizio della stagione e adesso la mia intenzione è quella di avere una direzione in cui muovermi ben definita fin dal primo Gran Premio´.

Tags:
250cc, 2005

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›