Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Comincia la raccolta fondi del 2005 di Riders for Health

Comincia la raccolta fondi del 2005 di Riders for Health

Comincia la raccolta fondi del 2005 di Riders for Health

La prima opportunità dell´anno per aiutare Riders for Health sarà il London Motorcycle Show, che si svolge questa settimana all´Alexandra Palace di Londra.

Sono migliaia gli appassionati che si riuniscono per ammirare moto, ragazze e per approfittare delle offerte e Riders for Health, l´associazione umanitaria no-profit del Motomondiale, coglie l´occasione per dare inizio alla raccolta fondi del 2005 montando un apposito stand.

Acquistando un biglietto da 1 sterlina (1,446€) i presenti possono partecipare a una lotteria con in palio una Ducati 999, o possono lasciare i propri caschi in custodia nel guardaroba appositamente allestito da Riders for Health pagando 2 sterline, un prezzo che permette a una moto di percorrere più di 32 chilometri e di portare assistenza in zone che ne hanno disperatamente bisogno.

I più entusiasti potranno in seguito prendere parte all´asta benefica organizzata da Riders for Health per domenica 6 febbraio, che mette in palio una giornata nella scuola di competizione di Niall Mackenzie a Knockhill, due pass per la stagione del Campionato del Mondo della Superbike, validi per ogni prova del calendario, due pass VIP per il Gran Premio di Assen e una giornata nella scuola di guida di Ron Haslam a Donington.

Durante questa manifestazione, membri e volontari sono a disposizione del pubblico per rispondere a ogni domanda, spiegare quali sono le iniziative promosse da Riders for Health nel continente Africano per promuovere l´assistenza medica e in che modo si può collaborare.

Nella scorsa edizione di questa manifestazione Riders for Health ha potuto raccogliere oltre 10.000€, sufficienti per finanziare un corso di addestramento per due membri del personale sanitario, affinché si preparino nella giuda sicura e sappiano qualche nozione basica di mantenimento. Inoltre, questa somma coprirebbe anche la spesa per gli indumenti protettivi e tutti i costi generati dalle loro moto durante dodici mesi, sempre con l´assistenza tecnica da parte delle strutture con sede in Africa e dalla sede in Gran Bretagna.

Come conseguenza, più di 40.000 persone che vivono in zone rurali, povere e difficilmente raggiungibili, hanno potuto ricevere un´assistenza sanitaria di base e preventiva, che ha permesso loro di dedicarsi alla famiglia, di migliorare le coltivazioni e di uscire in parte dalla povertà che scandisce ogni aspetto delle loro vite.

Andrea Coleman, ex motociclista co-fondatore e principale responsabile di Riders for Health, ha dichiarato: `L´aiuto dei motociclisti nel corso degli anni ha permesso e permette di far uscire migliaia di persone dalle condizioni di estrema povertà in cui si trovavano. Per questo consideriamo molto prezioso tutto l´aiuto che il popolo dei motociclisti ci ha dato´.

Tags:
MotoGP, 2005

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›