Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Le giovane promesse dell´Academy Cup scaldano i motori

Le giovane promesse dell´Academy Cup scaldano i motori

Le giovane promesse dell´Academy Cup scaldano i motori

Per i sei giovani piloti scelti per fare parte dell´Academy Cup questa settimana sono iniziate le prime attività del progetto che li vedono lavorare insieme.

Dopo aver superato il processo di selezione, Joshua Sommer, Meik Minnerop, Bradley Smith, Daniel Webb e Ion Garrido – ai quali tra breve si aggiungerà un altro pilota spagnolo- nei giorni scorso si sono sottomessi a diversi controlli medici, necessari prima di dare inizio al programma di preparazione. Questi sono i primi piloti che prendono parte al progetto ideato dalla Dorna Sports per formare piloti di diversi paesi che in futuro possano disputare il Motomondiale.

Assieme ad Alberto Puig, direttore del progetto, questi giovanissimi centauri mercoledì si sono recati nella Residencia Blume di Barcellona, dove sono stati sottoposti a un primo esame medico, che prevedeva diverse prove di forza e di resistenza fisica.

`Logicamente, i piloti devono avere delle caratteristiche fisiche adatte alla moto, essere furbi e avere carattere e determinazione´, spiega Alberto Puig.

`È un progetto molto importante per la Dorna e molto interessante per i piloti selezionati. Sono contento perché possiamo mettere a disposizione dei piloti tutto quello di cui hanno bisogno per iniziare a correre e cercare di arrivare lontano´, aggiunge l´ex pilota, che possiede una vasta esperienza in questo tipo di iniziative´.

Giovedì, il gruppo ha superato le ultime prove mediche, per poi fare visita al luogo in cui la Honda prepara le moto con le quali prenderà parte al campionato spagnolo di velocità, dal momento che tutti guideranno delle Honda 125 RS 2005 con Kit HRC). Alla fine, venerdì sono andati nella sede della Dorna, dove hanno ricevuto il programma di allenamento che dovranno seguire nei rispettivi paesi d´origine.

I giovani selezionati non nascondono il proprio entusiasmo quando pensano alla porta che si sta aprendo davanti a loro.

`Quando ho ricevuto la chiamata della Dorna ho pensato: `Perché io? Chi mi conosce? Come mi hanno trovato?´. `È chiaro che è una cosa che mi rende molto felice´, è il commento del tedesco Joshua Sommer, 15 anni, ancora sorpreso per il fatto di essere stato scelto per fare parte del progetto Academy Cup.

`Sono molto contento visto che si tratta di un´opportunità unica per noi. Magari un giorno potremo arrivare al Motomondiale, anche se so che dovremo lavorare duro per riuscirci´, spiega il britannico Daniel Webb, di 13 anni.

Ion Garrido, Campione dell´ultima edizione della Movistar Junior Cup, uno dei due spagnoli che prenderanno parte a questa prima edizione, aggiunge: `Questo è un progetto che mi entusiasma. Abbiamo molta voglia di iniziare e speriamo di fare buoni risultati nel Campionato Spagnolo´.

`Per arrivare al Motomondiale, un pilota deve avere una preparazione fisica molto buona, della testa, essere un lottatore e avere i mezzi per arrivare in alto. Sono necessarie molta forza e molta preparazione per guidare bene queste moto´, conclude questo sedicenne.

Tags:
MotoGP, 2005

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›