Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Hayden non vede l´ora di correre negli Stati Uniti

Hayden non vede l´ora di correre negli Stati Uniti

Hayden non vede l´ora di correre negli Stati Uniti

Questa settimana Nicky Hayden viaggia in Malesia per prendere parte al secondo turno di test invernali dell´HRC sul circuito di Sepang, continuando i preparativi per quella che potrebbe rivelarsi la stagione più importante della sua vita. Ancora a digiuno di vittorie nel Motomondiale MotoGP, Hayden spera che il 2005 possa essere l´anno della sua affermazione nella classe e tra i suoi sogni c´è quello di brindare con lo champagne del vincitore nel Gran Premio di casa, a Laguna Seca.

Sara la prima volta da dieci anni che si disputa una prova del Campionato del Mondo sul circuito californiano e dalla sua casa nel Kentucky, Hayden ha spiegato l´importanza di questo ritorno e ha rivelato cosa pensa di un circuito che conosceva molto bene quando correva nell´AMA Superbike.

D: Nick, cosa significa per te tornare a gareggiare in America?

R: Sono molto eccitato all´idea di ritornare. Sarà un onore per me correre un Gran Premio qui, nel mio paese. Credo che tutti gli appassionati di motociclismo americani abbiano voglia di avere finalmente un GP.

D: E cosa pensi della decisione di far correre di il GP negli USA proprio al Mazda Raceway di Laguna Seca?

R: È un posto che adoro Laguna. È fantastico per gli appassionati ed è una pista in cui siamo andati bene in passato. È il luogo perfetto per accogliere spettatori da tutto il mondo. Credo che abbiano fatto molti lavori per soddisfare gli standard del Motomondiale e spero che tutto l´impegno della Dorna, della direzione del circuito e di tutte le persone coinvolte in questo progetto dia i suoi frutti.

D: Questa prova americana è attesa anche da altri piloti della MotoGP?

R: Tutti sono contenti all´idea di correre a Laguna Seca. Credo che sarà un weekend magnifico. In Malesia sembrava che tutto il paddock fosse elettrizzato all´idea di correre in America. È un paese con un´importante tradizione nelle competizioni e la pista di Laguna Seca ha qualcosa di mistico. È anche un paese che ha sfornato un gran numero di piloti molto forti nel corso degli anni. i meccanici e gli altri piloti mi fermano e mi chiedono delle informazioni su Laguna Seca. Credo che molti vogliano fare un corto viaggio per poter osservare bene il luogo.

D: Credi che gli appassionati di competizioni e i mezzi di comunicazione degli Stati Uniti possano avere interesse per il Campionato del Mondo MotoGP?

R: Credo di sì. Ho sentito che la vendita dei biglietti sta già andando bene. La gente segue alcune gare nazionali per televisione e crede che non siano molti gli appassionati di motociclismo. So che a volte la televisione non rende giustizia e ho detto ai ragazzi (altri piloti della MotoGP e membri del suo team) che alcune competizioni AMA sono abbastanza grandi. Penso che quando vedranno quanta gente sarà radunerà a Laguna Seca si renderanno conto che si trovano in un paese come molti altri che visitiamo. Inoltre, gli appassionati statunitensi saranno felici di poter vedere le moto del Motomondiale così vicine e per la prima volta dal vivo. Ruggito, accelerazione e frenata rendono queste moto davvero un bello spettacolo.

D: Cosa pensi dell´idea di far correre una prova del Campionato del Mondo MotoGP assieme a una del Campionato AMA della Superbike?

R: Credo che i piloti del Motomondiale potranno direttamente conto del valore delle competizioni AMA. Vedono le gare in televisione, ma probabilmente saranno sorpresi dal talento di alcuni piloti americani. Per gli appassionati delle due discipline si tratta di un importante incentivo. Con tutte le classi AMA, lo spettacolo è garantito.

D: Credi che i piloti americani, che hanno già corso e provato in molte occasioni nel passato a Laguna Seca, siano molto avvantaggiati?

R: In realtà, visto il livello dei piloti della MotoGP, non credo che ci mettano molto a conoscere la pista. Forse se piovesse fino al giorno della gara, questo potrebbe essere un grande vantaggio. Il tracciato di Laguna Seca non è certo il più facile da conoscere e forse avere un po´ di esperienza potrebbe fare la differenza.

D: Quale sarà la differenza dei tempi delle MotoGP e delle Superbike del Campionato AMA?

R: Non ne sono sicuro. Probabilmente non molta. In effetti a Laguna non ci sono molti rettilinei o sezioni di pista in cui è la potenza del motore a fare la differenza. Se dovessi tirare a indovinare direi un secondo e mezzo o forse due secondi.

D: Quando hai saputo che Laguna Seca rientrava a far parte del calendario del Motomondiale non hai pensato che sarebbe il posto ideale per conquistare la prima vittoria della MotoGP?

R: Ad essere onesto, qualsiasi circuito sarebbe perfetto per conquistare la prima vittoria (ride). Sarà una gara emozionante per tutti i piloti americani, che finalmente disputano un Gran Premio in casa. Per quanto mi riguarda, cercherò di non farmi distrarre da questo e di fare il mio lavoro.

Tags:
MotoGP, 2005, Nicky Hayden

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›