Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Gibernau lascia Phillip Island dopo aver dominato le prime due giornate di prove

Gibernau lascia Phillip Island dopo aver dominato le prime due giornate di prove

Gibernau lascia Phillip Island dopo aver dominato le prime due giornate di prove

Venerdì pomeriggio Sete Gibernau è ripartito per l'Europa dopo aver portato a termine il programma di test previsto per l'Australia con un giorno di anticipo. Lo spagnolo infatti è stato il più veloce anche nel secondo giorno di prove che vede in pista un buon numero di aspiranti al titolo del Campionato del Mondo MotoGP 2005.

Gibernau è stato uno dei tre piloti che venerdì sul circuito australiano hanno girato al di sotto dell'1'30, assieme al pilota Ducati Carlos Checa e Max Biaggi, con la sua Honda ufficiale.

"Oggi abbiamo lavorato duramente ma con ottimi risultati", ha detto Gibernau. "Siamo riusciti a trovare la migliore combinazione di tutto il materiale a disposizione".

"Questa mattina abbiamo lavorato sulla messa a punto in preparazione del long run del pomeriggio. Sono soddisfatto perché siamo partiti concentrati già dalle prime uscite ed ho girato costantemente con un passo di 1' 30" basso".

"La simulazione di gara è andata molto bene. Dai dati raccolti nell'endurance sappiamo che ci sono ancora diverse cose da migliorare. Sono contento perché abbiamo le idee chiare e stiamo lavorando nella giusta direzione grazie al supporto di HRC e Michelin. Anche il team sta facendo un grandissimo lavoro".

Il suo compagno di marca Tamada non sarà in pista neanche domani, dopo essersi perso la sessione di oggi a causa di alcune contusioni che si è procurato ieri cadendo durante le prove. Invece, il compagno di squadra di Gibernau nel Telefonica Movistar Marco Melandri è caduto anche oggi pomeriggio. Il pilota di Ravenna non ha riportato conseguenze nella caduta, ma ha perso le ultime due ore della sessione e dovrà cercare di sfruttare al massimo la giornata di domani per recuperare.

Il vigente Campione del Mondo della categoria, Valentino Rossi, è stato autore del quarto miglior tempo e ha eguagliato il tempo fatto registrare nelle qualifiche del Gran Premio disputato nello stesso scenario lo scorso ottobre. Il pilota di Tavullia è stato protagonista di uno strano incidente: mentre usciva dalla corsia box la sua Yamaha ha investito un uccellino. Il compagno di squadra di Rossi Colin Edwards, nel frattempo, ha fatto qualche progresso in questa seconda giornata di test. Lo statunitense ha messo a segno il settimo tempo della sessione, migliorando il tempo fatto registrare in qualifica la scorsa stagione con la Honda.

Troy Bayliss, acclamato da un buon numero di fan, sembra aver finalmente trovato un set-up di base per la sua Camel Honda RC211V. Bayliss ha faticato molto per adattarsi alla nuova moto dopo essere rimasto per tanti anni in Ducati, ma nel pomeriggio gli appassionati locali lo hanno incitato e l'australiano è riuscito a ridurre il distacco dagli altri piloti ufficiali e ha girato a solo un decimo di secondo dal tempo che aveva fatto registrare nelle qualifiche per il Gran Premio disputato la scorsa stagione nello stesso scenario.

Per il Team Suzuki in pista c'erano due moto con un nuovo look. Kenny Roberts e John Hopkins sono rimasti colpiti dalle novità nella livrea, ma soprattutto da quelle tecniche e hanno effettuato prove comparative con la versione 2004 e quella 2005 della GSV-R, facendo notevoli progressi.

Tempi ufficiosi:

1. Sete Gibernau - Telefonica Movistar Honda : 1'29.85
2. Carlos Checa - Ducati Marlboro : 1'29.94
3. Max Biaggi - Repsol Honda : 1'29.97
4. Valentino Rossi - Gauloises Yamaha : 1'30.23
5. Nicky Hayden - Repsol Honda : 1'30.44
6. Loris Capirossi - Ducati Marlboro : 1'30. 51
7. Colin Edwards - Gauloises Yamaha : 1'30.57
8. Alex Barros - Camel Honda : 1'30.68
9. Marco Melandri - Telefonica Movistar Honda : 1'30.95
10. Troy Bayliss - Camel Honda : 1'30.96
11. Kenny Roberts - Suzuki : 1'30.98
12. Ruben Xaus - Fortuna Yamaha : 1'31.49
13. John Hopkins - Suzuki : 1'31.65
14. Toni Elias - Fortuna Yamaha : 1'32.87

Tags:
MotoGP, 2005

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›