Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Melandri è sempre più veloce

Melandri è sempre più veloce

Melandri è sempre più veloce

L'ultimo arrivato del team Telefonica Movistar Honda, Marco Melandri, ha fatto prestazioni incoraggianti nei tre giorni di test svoltisi nel Circuito Internazionale Losail questa settimana. In queste prime prove pre-stagionali, il pilota di Ravenna si è trovato sempre meglio ai comandi della Honda RC211V e ha fatto segnare regolarmente tempi veloci nel Qatar.

Nell'ultima giornata di test è stato il secondo più veloce in pista, alle spalle di Makoto Tamada, con il miglior tempo in 1'57.31.
"Oggi abbiamo fatto qualche piccola modifica di assetto ed effettuato molte prove di gomme. Nel pomeriggio ho effettuato una simulazione di gara e posso dirmi molto soddisfatto perché ho girato con un passo costante di 1'58"basso anche quando, nella seconda parte, le gomme hanno cominciato a calare", ha spiegato Melandri. "Sicuramente durante l'endurance non avevamo l'assetto migliore dei tre giorni ma è stata comunque una prova molto importante per capire come cambia la moto durante la gara".

"Questa sessione di test in Qatar è stata molto positiva, sono contento per il metodo di lavoro con cui abbiamo affrontato queste prove. Credo di aver fatto un passo avanti mentalmente, l'Australia mi ha insegnato molto, ho riflettuto tanto e sono arrivato in Qatar più tranquillo e con le idee chiare".

Al termine del test Melandri occupava una posizione più alta del foglio dei tempi rispetto al compagno di squadra Sete Gibernau, che ha percorso solamente 57 giri del tracciato qatari, dal momento che non si trovava al 100% della condizione fisica e si è perso gran parte dei primi due giorni di test a causa di un'influenza.

"Considerando le mie condizioni fisiche, oggi è andata abbastanza bene", ha detto Gibernau, due volte vice-campione del Motomondiale MotoGP. "Abbiamo lavorato con Michelin effettuando diverse prove di gomme. Nel pomeriggio ero molto affaticato ma in generale posso dirmi abbastanza soddisfatto perché siamo riusciti a fare il minimo indispensabile. Stiamo confermando il lavoro svolto nei test di Malesia ed Australia; ci sono ancora delle parti da migliorare, spero che ci saranno dei particolari nuovi per Barcellona".

Tags:
MotoGP, 2005, Marco Melandri

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›