Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

La Yamaha riprende i test nel circuito di Phillip Island, battuto dalla pioggia

La Yamaha riprende i test nel circuito di Phillip Island, battuto dalla pioggia

La Yamaha riprende i test nel circuito di Phillip Island, battuto dalla pioggia

Dopo aver presentato la moto del 2005 lunedì scorso in Giappone, il team Gauloises Yamaha è volato direttamente a Phillip Island per la quarta sessione di test dell'anno, assieme al team satellite Fortuna Yamaha. Nel primo dei tre giorni di prove, i piloti del costruttore giapponese hanno dovuto girare su una pista in condizioni complicate.

La fitta pioggia di ieri oggi era solo una pioggerellina e a metà mattina ha smesso di cadere sul circuito australiano. Il sole però non è apparso e l'asfalto non si è asciugato del tutto, rimanendo scivoloso per tutta la giornata.

Nonostante il maltempo, Rossi ed Edwards hanno percorso 51 e 60 giri rispettivamente, mettendo a segno tempi leggermente più alti rispetto all'ultima sessione di test a Phillip Island, due settimane fa. I due piloti si sono concentrati soprattutto sulle gomme Michelin e hanno lavorato sull'assetto delle loro YZR-M1.

Edwards è stato appena più veloce rispetto a Rossi e ha fatto fermare il cronometro a 1'31.27, mentre il Campione del Mondo ha concluso la giornata con il miglior tempo in 1'31.38.
"Le condizioni della pista erano proprio orrende; era molto scivolosa a causa della pioggia caduta ieri", ha spiegato Edwards. "Ho fatto 60 giri, ma fondamentalmente la maggior parte di questi mi sono serviti a gommare un po' la pista".

"Abbiamo lavorato un po' sulla messa a punto ed abbiamo provato qualche gomma, ma faceva talmente freddo che i pneumatici faticavano ad arrivare alla temperatura necessaria. Due settimane fa abbiamo fatto un ottimo lavoro su questa pista, ma adesso la sensazione è completamente diversa, comunque sono sicuro che le cose miglioreranno con il migliorare delle condizioni meteo!"

Rossi ha dichiarato di non aver potuto svolgere tutto il lavoro che avrebbe voluto, ma ha aggiunto che spera che il tempo migliori negli ultimi due giorni.
"Oggi le condizioni meteo erano pessime – faceva freddo e pioveva e non siamo riuscii a lavorare come avremmo voluto. Abbiamo lavorato un po' sulla messa a punto ed abbiamo provato qualche gomma, ma con questo tempo è difficile esprimere qualsiasi giudizio", ha detto il Campione del Mondo, che è appena stato nominato per il prestigioso riconoscimento Laureus Award, destinato agli sportivi che si sono messi in luce nel 2004. "Faceva molto più freddo dell'ultima volta che siamo stati qui e per questo siamo stati più lenti. Spero che domani faccia più caldo in modo che si possano fare dei test più veritieri".

In pista a Phillip Island c'era anche il team satellite Fortuna Yamaha, con gli spagnoli Ruben Xaus e Toni Elias. Xaus ha svolto un intenso programma completando 78 giri del tracciato australiano, il più veloce in 1'33.02. Sta ancora imparando a conoscere la nuova moto e si è concentrato principalmente sull'assetto.

Anche il suo compagno di squadra Toni Elías ha provato diverse configurazioni per la sua YZR M1, ma il suo obiettivo per la giornata di oggi era accumulare il maggior numero di chilometri possibile, per potersi adattare alla classe regina.

Tempi ufficiosi:
1. Colin Edwards – Gauloises Yamaha : 1'31.27
2. Valentino Rossi – Gauloises Yamaha : 1'31.38
3. Ruben Xaus – Fortuna Yamaha : 1'33.02
4. Toni Elias – Fortuna Yamaha : 1'33.19

Tags:
MotoGP, 2005

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›