Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Presentato a Milano il team Camel Honda

Presentato a Milano il team Camel Honda

Presentato a Milano il team Camel Honda

Il team Camel Honda ha presentato ufficialmente la formazione che gareggerà nel Motomondiale della MotoGP del 2005. Nel corso dell'atto, organizzato nel Palazzo della Borsa di Milano, i responsabili della scuderia, che quest'anno schiera Troy Bayliss e Alex Barros, hanno spiegato il programma e gli obiettivi per la stagione a una nutrita rappresentanza della stampa internazionale.

Assieme ai piloti, sul palco c'erano il General Manager dell'HRC Ishii Tsutomu, il Vicepresidente senior della JT International Roberto Zanni e il Team Manager Sito Pons.

Ishii Tsutomu si è mostrato molto esplicito spiegando quali sono le aspirazioni dell'HRC per il campionato che avrà inizio il 10 aprile prossimo: "Quest'anno non abbiamo il titolo mondiale da difendere e sarà quindi una sfida importantissima per Honda", ha detto.

"Mi aspetto una stagione particolarmente avvincente. Penso che Alex Barros e Troy Bayliss abbiamo il potenziale per vincere il campionato, ma il successo non si raggiunge soltanto con un'ottima moto e ottimi piloti, ma con il lavoro di squadra ed il supporto di grandi aziende come JTI. Guardo alla prossima stagione con grande fiducia, vogliamo vincere di nuovo il mondiale", ha dichiarato il General Manager dell'HRC.

"Sono molto contento di essere qui oggi, perché per me tornare in questa squadra, nel team Camel Honda è stato come tornare tra amici", ha detto il brasiliano Alex Barros, che torna a vestire i colori di una squadra con la quale ha disputato in passato quattro stagioni del Motomondiale.

. "Questa è la prima volta dopo due anni che mi sento in perfetta forma fisica e penso che questo sia uno dei momenti migliori della mia carriera. Io comincio questo campionato puntando alla vittoria perché non ha nemmeno senso per me pensare al secondo posto. Da quello che ho visto nei test fatti finora penso di poter dire che la prossima stagione sarà una delle più combattute in assoluto, ci sono almeno dieci piloti che possono lottare per il podio. Io ho un'ottima squadra, un'ottima moto, mi sento bene e penso di avere un bel po' di esperienza su cui poter contare. Sarà un fantastico campionato".

"Mi alleno tantissimo e lo scorso week-end ho fatto il mio primo podio della stagione arrivando terzo in una gara di bici a San Remo…", ha detto scherzando l'australiano Troy Bayliss.

"Scherzi a parte stiamo per partire per ben sei giorni di test tra Barcellona e Jerez e non posso aspettare di cominciare. E' sicuramente un compito duro arrivare dove gli altri già sono ma voglio essere al 100% per la prima gara. Al momento direi che sono al 80%", ha ammesso il pilota.

"Devo trovare un buon feeling con la moto e ci sto arrivando. Ovviamente per me gareggiare con il team Camel Honda è stato un grande cambiamento dopo tanti anni con la stessa moto ma soprattutto è una grande chance. La squadra è fantastica e sta lavorando duramente per darmi il massimo supporto possibile. Il nostro obiettivo è trovare quel 20 per cento che ci manca proprio nei prossimi test. Non vedo l'ora che cominci la stagione", ha concluso Bayliss.

Sito Pons, due volte Campione del Mondo della 250cc e direttore del team Camel Honda, si è mostrato convinto delle possibilità dei suoi piloti per affrontare questa nuova sfida e per permettere alla Honda di recuperare il titolo iridato.

"Quando presentiamo la squadra all'inizio di una stagione provo la stessa grande emozione di quando vedo le nostre moto sullo schieramento di partenza prima del semaforo verde", sono state le parole del manager spagnolo.

"Nei 24 anni di vita del team ci sono stati i molti momenti entusiasmanti vittorie e diverse certezze su cui siamo felici di poter contare. Ci rende molto orgogliosi che JTI abbia sceto di essere di nuovo partener della nostra squadra con il prestigioso marchio Camel, leader a livello mondiale con cui rinnoviamo un rapporto che dura da tre anni".

"Il nome Honda invece fa parte della storia della squadra, e la RC211V è secondo me la moto migliore e i nostri nuovi piloti Troy Bayliss ed Alex Barros hanno il talento e l'esperienza necessaria per affrontare l'invidiabile ma duro compito di portarla alla vittoria. A completare l'equazione vincente abbiamo le gomme Michelin, del cui fantastco supporto potranno contare Alex e Troy nella sfida per la vittoria nel 2005".

Tags:
MotoGP, 2005

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›