Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

I primi passi di Battaini nella MotoGP

I primi passi di Battaini nella MotoGP

I primi passi di Battaini nella MotoGP

Il test ufficiale al Circuit de Catalunya è stata la prima uscita in pista del team Blata WCM, che quest'anno s'imbarca per la prima avventura nel Motomondiale. A difendere i colori della scuderia saranno Franco Battaini e James Ellison, che in queste tre giornate di prove hanno dato inizio ai preparativi per la stagione 2005.

In realtà, come ci si può immaginare, tra gli obiettivi di Battaini per questo test non c'erano i tempi: la priorità del bresciano era quella di accumulare chilometri e di adattarsi a tutte le novità, che non riguardano solamente la moto, ma anche categoria e scuderia: "Per prima cosa devo dire che ho notato che la moto è molto diversa da una 250cc, soprattutto per quello che riguarda il freno-motore e il peso", ha detto questo 32enne, che negli ultimi anni ha gareggiato in sella a una quarto di litro. "Dovrò cercare di capire il comportamento della moto e adattarmi di conseguenza. Anche cambiando il mio modo di guidare. Devo dire però che dopo questi primi due giorni sto già iniziando a ingranare. Non ho fatto molti giri, ma ho già notato qualche cambiamento, qualche progresso. Domenica sono riuscito a migliorare il tempo del sabato e ne sono molto contento. Siamo ancora molto lontani dai primi, ma non è una cosa che ci preoccupa adesso. La settimana prossima, a Jerez, (in occasione del secondo test che vedrà in pista tutti i team della MotoGP) spero di poter fare ancora progressi".

In realtà le prestazioni di queste due settimane di prove in Spagna non sono indicative di quello che sarà il campionato 2005 della neonata scuderia. I due piloti del team Blata WCM infatti avranno a disposizione il mezzo con il quale disputeranno la prossima stagione solamente per la gara inaugurale, a Jerez. La nuova moto è ancora in costruzione nella fabbrica ceca della Blata, ma sarà pronta il mese prossimo, per il primo Gran Premio dell'anno. Fino a quel momento, al team è stato detto di non preoccuparsi. "La nuova moto sarà più simile a una moto-factory e quindi ci sarà forse più possibilità di fare modifiche. Ovviamente è un po' rischioso guidare una moto la prima volta proprio in occasione di una gara", spiega Battaini. "Ma nel nostro box ci sarà anche la moto che usiamo per questo test e per quello a Jerez. Nel calendario ci sono 17 gare e passano molto in fretta. Saremo obbligati a sacrificare le prime prove per poter cercare i risultati più avanti e magari riusciremo anche a dare un po' fastidio agli altri piloti".

Per quello che riguarda la squadra che lo accompagna in questa prima avventura nella classe regina, Battaini sembra molto contento del nuovo ambiente: "La squadra lavora molto bene: sono dei professionisti e sono riusciti a farmi sentire fin da subito a mio agio. Devo dire che sono contento anche per il mio nuovo compagno di squadra, Ellison che è un pilota valido e con cui mi sono trovato subito bene". Anche il fatto che per comunicare con loro deve utilizzare l'inglese, un aspetto che avrebbe potuto rendere più difficili le operazioni nel box, non spaventa questo determinato bresciano, che invece è contento di vedere come il suo dominio dell'idioma migliora con il passare dei giorni. "Dover parlare sempre inglese non è il massimo, ma sono contento di vedere che più mi sforzo per parlare, meglio è".

Il prossimo appuntamento in pista per il team WCM è per questo fine settimana, sempre in Spagna, ma questa volta sul tracciato di Jerez. Nello stesso scenario della prova inaugurale della stagione si svolge infatti il secondo Test Ufficiale del Motomondiale, che vede in pista da lunedì i piloti della 125cc, che domani passeranno il testimone al contingente della 250cc. A partire dal venerdì e fino alla domenica sarà la volta delle MotoGP.

Tags:
MotoGP, 2005

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›