Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Porto e De Puniet alla ricerca della messa a punto ideale

Porto e De Puniet alla ricerca della messa a punto ideale

Porto e De Puniet alla ricerca della messa a punto ideale

"In realtà oggi le cose sono andata molto bene per noi. A causa del maltempo non abbiamo potuto provare il tempo necessario, ma avviamo approfittato della giornata per mettere a segno dei bei tempi", diceva Sebastián Porto al termine della prima giornata del test della quarto di litro a Jerez, la penultima sessione di pista prima dell'avvio del Campionato del Mondo.

L'argentino è stato uno dei piloti che si sono messi in luce durante le prove pre-stagionali su tutti i circuiti in cui ha girato e ieri, dopo essersi avvicendato al comando del foglio dei tempi con Dani Pedrosa per tutta la giornata, si è mostrato soddisfatto dei risultati ottenuti.

Entrambi i piloti hanno girato al di sotto del record del circuito andaluso per la 250cc, stabilito dal pilota argentino nel 2004. A fine giornata, l'argentino e la sua Aprilia hanno firmato il miglior tempo della sessione, dopo aver percorso 54 giri.

"Sono molto soddsifatto di come evolve la moto, anche se ci sono ancora cose da migliorare nel motore", continuava Porto. "In generale, la moto va molto bene e abbiamo migliorato l'assetto mentre migliorava anche il clima. Per domani (giovedì) abbiamo in programma una simulazione di gara, ma anche di continuare a provare parti per poterci preparare alla stagione con il maggior numero di informazioni possibile".

il suo compagno di squadra Randy de Puniet non aveva molti motivi per essere contento. Il francese si è dovuto accontentare solamente della nona posizione, dopo aver completato 78 giri, dal momento che un problema tecnico gli ha impeduto di avanzare nella messa a punto della sua nuova Aprilia.

"Oggi non è andata troppo bene", ammetteva de Puniet, che ha sigillato la sua partecipazione alla prima giornata di test con il miglior tempo in 1.44.772.

"Abbiamo passato la mattina lavorando alla nuova moto, ma quando mancava un'ora al termine della sessione un problema al motore ci ha obbligati a fermarci. Abbiamo deciso di non usare la seconda moto perché aveva ancora la vecchia configurazione, mentre adesso stiamo cercando l'assetto ideale per la nuova moto".

"A parte quel problema, sono abbastanza soddisfatto di come stanno andando le cose. Miglioriamo ogni giorno: il team, la moto e io. Domani continueremo a lavorare secondo il programma precisto con le due moto nuove. Spero di poter migliorare, sempre che il clima ce lo permetta".

Tags:
250cc, 2005

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›