Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Primo contatto con la moto per i piloti della "MotoGP Academy"

Primo contatto con la moto per i piloti della 'MotoGP Academy'

Primo contatto con la moto per i piloti della "MotoGP Academy"

I sei piloti che fanno parte della MotoGP Academy (programma di formazione promosso dalla Dorna che ha l'obiettivo di formare i futuri piloti del Campionato del Mondo) hanno effettuato oggi nel Circuit de Catalunya il primo test con la moto che guideranno questa stagione.

Sotto l'attento sguardo dell'ex pilota Raúl Jara, i giovani piloti hanno percorso una ventina di giri sull'asfalto di Montmeló per potersi adattare alla moto che useranno nel Campionato di Spagna di Velocità (CEV), a partire dall'8 maggio nel Circuito di Albacete.

"La cosa importante in questi giorni è permettere a tutti di prendere contatto con la moto e trovarsi comodi in sella. Ma soprattutto, è fondamentale che apprendano la metodologia di lavoro", spiegava Álex Batlle, uno dei tecnici che dirigono l'Accademia assieme ad Alberto Puig. L'esperienza di Batlle, che in passato ha lavorato tra gli altri con Loris Capirossi e Álex Barros, è molto importante per aiutare i piloti a fare i primi passi.

Per la maggior parte di loro si tratta della prima presa di contatto con il Circuit de Catalunya con una moto di queste caratteristiche. Diversamente dall'anno scorso, per questa stagione i giovani centauri guideranno una Honda 125 RS con kit HRC. "Queste moto sono molto facili da guidare, in comparazione alle 600 che usavamo prima, visto che pesano meno e sono abbastanza potenti", ha dichiarato Ion Garrido, campione della Movistar Junior Cup.

Anche se tra i piloti si respira un certo affiatamento, in pista l'amicizia sembra scomparire. "È positivo avere dei compagni, ma ognuno di noi si preoccupa solo di sé. Non è come quando proviamo e andiamo a correre, quando non smettiamo mai di ridere e scherzare. Qui ognuno deve pensare per sé e deve fare in modo che la sua moto vada più veloce possibile", aggiunge Garrido.

L'unico aspetto negativo della giornata è stata l'assenza, nella mattinata, di Daniel Webb, il più giovane dei membri della "MotoGP Academy". Il pilota britannico si è infatti infortunato una mano in una gara disputata in Inghilterra e non ha potuto guidare la moto prima del pomeriggio.

Domani gli integranti di questo progetto saranno di nuovo in pista a Montmeló e fino al 5 aprile continueranno a seguire il programma di preparazione previsto, che comprende sessioni in bicicletta, con le supermotard ed esercizi di ginnastica.

Tags:
MotoGP, 2005

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›