Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Hayden ottimista dopo i risultati incoraggianti del precampionato

Hayden ottimista dopo i risultati incoraggianti del precampionato

Hayden ottimista dopo i risultati incoraggianti del precampionato

Le prove pre-stagionali si sono concluse e Nicky Hayden sta già pensando al primo Gran Premio della stagione, che si terrà la settimana prossima a Jerez. Dopo un anno piuttosto irregolare, il 2005 potrebbe essere la sua stagione, perché sembra proprio che sia lui che la Honda stiano vivendo un momento molto positivo moment.

Il suo obiettivo è quello di salire sul gradino più alto del podio e assieme alla nuova equipe tecnica il pilota statunitense si è concentrato proprio per poterlo raggiungere. Tutte le scuderie hanno lavorato sodo, ma Hayden sa di poter lottare ad armi pari con i migliori piloti della categoria per l'ambito numero uno.

D: In generale, com'è andato per te il precampionato?
R: "È stato un inverno piuttosto lungo e sono contento che sia finito. È stato bello, ma lungo. Sono pronto cominciare a correre. Il lavoro quotidiano che svolgiamo durante le gare è sempre molto più divertente per tutti noi. Il precampionato invece è una fase difficile, perché bisogna cominciare tutto da zero e questo vale per la moto, per i meccanici e per il pilota... Ma sono veramente soddisfatto di come sono andate le cose. Abbiamo migliorato giorno dopo giorno e siamo stati davanti in ogni sessione. Quando abbiamo cominciato eravamo una squadra nuova, ma adesso ci intendiamo molto bene e nel box si respira un'aria molto buona. Il mio bilancio del precampionato è positivo, ma adesso è ora di cercare i risultati".

D: Cosa ci dici dei tuoi principali avversari: Rossi, Gibernau e Biaggi?
R: "Valentino è senza dubbio l'uomo da battere. È per questo che è il numero uno. Da un punto di vista sportivo, Rossi sarà il nemico numero uno, almeno fino a quando un altro pilota non faccia un importante passo avanti. Nessuno di noi è stato in grado di farlo fino al momento, ma ci sono parecchi piloti che sembrano molto forti. Ad esempio Sete è in forma splendida e ha anche una buona predisposizione mentale. Valentino sarà l'avversario più duro, seguito da Sete. Ci saranno gare nelle quali anche Max potrà fare una buona prestazione e rivelarsi un rivale difficile da battere".

D: Aggiungeresti qualche altro nome?
R: "Non per la corsa al titolo. Ma ci sono piloti e squadre che sono migliorati molto. Credo che il campionato sarà molto divertente".

D: Che differenze vedi tra la Honda e la Yamaha?
R: "Dal mio punto di vista, nel complesso la Honda è buona: è una moto completa, ma anche la Yamaha è una moto fantastica. Ovviamente ci sono delle differenze: piloti diversi, particolari diversi... Io cerco trovare l'assetto ideale per la mia moto, per farla rendere al massimo. La Honda è molto forte dal punto di vista tecnologico e ha molte persone che lavorano duro per trovare una buona base per tutti i circuiti del calendario. Su alcune piste la Honda saprà adattarsi di più e su altre di meno. Abbiamo davanti a noi una sfida molto importante".

D: Cosa cambia nella RC211V 2005 rispetto alla moto del 2004?
R: "Certo è migliorata, ma non ci sono grandi differenze. Il motore funziona in modo molto simile all'anno scorso. Sono state apportate piccole modifiche che ci hanno permesso di migliorare. Anche le Michelin sono molto migliorate. Le nuove gomme fanno ottime prestazioni e anche le sospensioni. Adesso dovremo far rendere al massimo tutte le parti".

D: La prossima volta che ti vedremo in pista sarà in occasione del primo Gran Premio della stagione. Come credi che andrà?
R: "Voglio cominciare la stagione molto forte e trovare un buon assetto di base si cui lavorare e poi migliorare, migliorare, migliorare. Il mio obiettivo è quello di stare tra i primi in ogni sessione, in ogni prova, tutti i giorni e poi lottare per la vittoria".

D: Su chi scommetteresti? br> R: "Non sono un giocatore: Non mi piace scommettere e ancora meno quando c'è di mezzo il cuore. Daremo il massimo e cercheremo di fare la differenza rispetto agli altri".

D: Cosa farai prima dell'inizio del Campionato?
R: "Decisamente devo riposare. È stato un precampionato lungo e il primo Gran Premio è già qui. Non manca molto, ma a me sembra un periodo di tempo infinito. Dobbiamo recuperare le forze per essere pronti alla prima gara".

Tags:
MotoGP, 2005, Nicky Hayden

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›