Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Melandri indossa gli stivali per la prima gara a Jerez

Melandri indossa gli stivali per la prima gara a Jerez

Melandri indossa gli stivali per la prima gara a Jerez

Marco Melandri si prepara con ottimismo per l'avvio della stagione 2005. Il pilota di Ravenna, che ha 22 anni, sembra aver ritrovato la giusta ispirazione e le condizioni migliori per correre nella formazione diretta da Fausto Gresini. In sella alla Honda RC211V, con Sete Gibernau come compagno di squadra, Melandri ha fatto buoni risultati nelle prove pre-stagionali, adattandosi progressivamente alla nuova moto sessione dopo sessione.

A pochi giorni dalla prova d'apertura del campionato 2005 sul circuito spagnolo di Jerez, Melandri è stato scelto come testimonial per gli stivali marca XPD che utilizza per le competizioni.

Su questa peculiare campagna pubblicitaria, che l'anno scorso aveva denudato Sete Gibernau, Macio ha commentato: "Quando mi hanno spiegato il loro progetto, mi sono detto: "perché non provarci?". All'inizio ero un po' imbarazzato ma preso mi sono sentito a mio agio. In un certo senso è stata anche un'esperienza divertente".

Parlando invece dell'imminente inizio della stagione di competizioni, il pilota romagnolo sottolinea l'importanza di aver cambiato team, dopo due stagioni passate in sella alla Yamaha.

"Finalmente ho ritrovato il gusto di guidare", ha rivelato. "Sono tornato a divertirmi ed ho trovato una squadra che crede in me e mi supporta nel lavoro. Nel team Gresini ho trovato l'ambiente ideale e nella RC211V una moto straordinaria che ben si adatta al mio stile di guida".

"Mi piace molto la moto ed ogni volta che esco in pista cerco di conoscerla meglio, di ascoltarla", ha poi aggiunto il pilota. "Non vedo l'ora di scendere in pista sul tracciato di Jerez, una pista che mi piace molto perché è tecnica e completa. Il tracciato richiede una guida scorrevole. Si fa il tempo nelle curve veloci, soprattutto le ultime due a destra. I migliori punti per superare sono in fondo ai due rettilinei".

"Jerez è bello non solo per la pista ma anche per il pubblico, la sensazione che si prova quando si entra nello stadio è incredibile. Dal punto di vista del pubblico penso che sia il gran premio più affascinante del mondiale".

Melandri ha fatto un bilancio molto positivo del test effettuato sul tracciato andaluso due settimane fa: "Il lavoro svolto a Jerez è stato molto importante perché ho potuto migliorare il mio ritmo di gara, ogni giorno ho percorso una media di 90 giri per dedicarmi infine il terzo giorno ad una simulazione di gara. In occasione di queste prove ho potuto assaggiare la moto sull'acqua, era la prima volta infatti che provavo la RC211V sul bagnato ed ho raccolto sensazioni positive. Infine la domenica ho avuto modo di migliorare le mie prestazioni anche sul giro singolo. La Michelin mi ha messo a disposizione tre gomme da qualifica. Ho potuto esercitarmi e sono stato contento del mio crono, il secondo miglior tempo in assoluto di domenica 27 marzo. Adesso mi sento un pilota più completo e mi sento presto per la sfida 2005", ha concluso Melandri.

Tags:
MotoGP, 2005, GRAN PREMIO MARLBORO DE ESPAÑA, Marco Melandri

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›