Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

A Jerez ultimi preparativi per la prima prova del Motomondiale 2005

A Jerez ultimi preparativi per la prima prova del Motomondiale 2005

A Jerez ultimi preparativi per la prima prova del Motomondiale 2005

I piloti più veloci del pianeta oggi pomeriggio si sono dati appuntamento al circuito spagnolo di Jerez, per preparare il primo scontro del Campionato del Mondo MotoGP 2005. La stagione prende il via venerdì mattina, con la prima sessione di prove libere del Gran Premio Marlboro di Spagna, quando tutti i piloti potranno tornare in azione, dopo un lungo inverno dedicato a fare test e a seguire lo sviluppo della moto.

Sul circuito splendeva il sole, ma tirava un forte vento e 20 iscritti della classe MotoGP si sono messi in posa per la tradizionale foto collettiva di inizio stagione, con un unico obiettivo in mente: spodestare finalmente Valentino Rossi e occupare la posizione centrale in questo ‘ritratto di famiglia'. Il pilota Yamaha ha conquistato il titolo della classe regina negli ultimi quattro anni e complessivamente, tenendo conto tutte le categorie, ha già vinto sul circuito di Jerez in non meno di cinque occasioni, un record che ha intenzione di difendere in quella che forse sarà la stagione più difficile del pesarese.

"L'anno scorso siamo stati una sorpresa, mentre quest'anno sarà più difficile perché tutti sanno cosa aspettarsi da noi", ha ammesso Rossi, il primo a vincere il titolo in due stagioni consecutive, prima con la Honda e poi con la Yamaha, dal 1989, quando a compiere questa impresa fu Eddie Lawson. "La Honda ha lavorato duro durante l'inverno e schiera parecchi validi piloti, ma questo sport non si riduce a una competizione tra un costruttore e l'altro. Ogni pilota è solo. Alla fine il vincitore sarà il pilota che riesce a fare prestazioni regolari e che sale sul podio in più occasioni".

Dopo mesi di prove pre-stagionali, questo simpatico ragazzo si dichiara impaziente di riprendere il lavoro - quello che sa fare meglio – e assicura che la stagione sarà divertente. "È stato un inverno lungo e a volte è difficile non perdere la motivazione, ma in gara darò il 100%. Sono tutti pronti: i piloti sono in buona forma e le moto sono preparate. Quest'anno sarà un altro spettacolo fantastico".

L'entusiasmo di Rossi però non riesce a intaccare l'ottimismo del resto dello schieramento, che spera di poter mettere la parola fine all'egemonia del pilota di Tavullia. Sete Gibernau è quello che ha seguito più da vicino il Campione del Mondo nelle ultime due stagioni e ha detto di essere pronto come non mai a dare inizio alla corsa al titolo.

"Il mio unico obiettivo è migliorare fino a quando non dovrò dipendere da nessuno e credo che il mio livello non sia mai stato così alto", ha dichiarato lo spagnolo, che l'anno scorso riuscì a imporsi a Jerez, nonostante la pioggia che cadeva sul tracciato andaluso. "Valentino è ovviamente l'uomo da battere, perché ha vinto il campionato negli ultimi quattro anni perché era il migliore. Adesso sta a noi migliorare e fare il miglior risultato possibile in ogni gara".

Diversamente dalle scorse stagioni, tutto lo schieramento della massima categoria sembra godere di ottima salute. Alex Barros si è finalmente lasciato alle spalle i problemi che lo hanno assillato negli ultimi due anni, John Hopkins si è perfettamente recuperato dopo le operazioni a cui si è sottoposto per rimuovere piastre metalliche dalle ossa delle gambe e anche Max Biaggi ha fatto il miracolo e è guarito dalle fratture alla caviglia che si era procurato lo scorso novembre.

Anche Carlos Checa, che non ha potuto prendere parte all'ultimo test ufficiale del precampionato, poco più di una settimana fa nel circuito di Jerez, a causa di una lesione alla spalla, ha sottolineato che "dovrebbe essere perfettamente idoneo per la gara".

Tags:
MotoGP, 2005, GRAN PREMIO MARLBORO DE ESPAÑA

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›