Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Il primo confronto tra Pedrosa e Porto premia lo spagnolo

Il primo confronto tra Pedrosa e Porto premia lo spagnolo

Il primo confronto tra Pedrosa e Porto premia lo spagnolo

Se la categoria della MotoGP può essere fiera per aver inasprito già dalla prima gara la rivalità tra i due principali favoriti, Dani Pedrosa e Sebastián Porto fin da subito hanno ingaggiato una battaglia ai vertici per rendere avvincente anche la 250cc. Lo spagnolo e l'argentino lasciano Jerez dopo aver messo a segno il miglior risultato della loro carriera: Pedrosa ha vinto, una cosa che non gli era mai riuscita sul tracciato andaluso, mentre Porto è arrivato secondo, un risultato che però non lo soddisfa.

Il Campione del Mondo in carica della 250cc aveva una missione difficile: correva in casa e davanti al suo pubblico e doveva dare inizio alla difesa del titolo. Tutto ciò, in un circuito che non lo convince del tutto e che, fino a ieri, gli aveva permesso di raggiungere solamente la quarta posizione in due occasioni con una 125cc.

"Il nostro obiettivo era quello di vincere a Jerez e alla fine ce l'abbiamo fatta. L'appoggio dei fan è stato fantastico: potevo sentirli fare il tifo per me negli ultimi due giri. Sono veramente contento perché iniziare la stagione qui era difficile, a causa della maggiore pressione e il vento ha reso la guida difficile oggi. È il modo perfetto di dare inizio al campionato e voglio ringraziare il team per lo splendido lavoro che ha fatto: la moto andava perfettamente", ha spiegato il pilota catalano.

Pedrosa ha corso di nuovo una gara di suo gusto, imponendo un ritmo infernale fin dalla prima curva e allontanandosi in solitario nella prima posizione. Solamente Porto e de Puniet (prima di cadere) sono riusciti a girare negli stessi tempi dello spagnolo. Pedrosa non ha potuto amministrare il suo vantaggio, dal momento che Porto era praticamente inesistente, ma è riuscito comunque a mantenere distaccato il pilota del team Aspar per conquistare una vittoria dal sapore molto speciale.

Anche Porto era arrivato molto motivato al primo confronto dell'anno. Prima ha cercato di non lasciarsi scappare Pedrosa, ma poi ha dovuto cedere davanti al ritmo frenetico dello spagnolo. "Durante la gara sono riuscito a rimanere dietro a Dani fino alla metà, ma alla fine ho perso un po' di ritmo e si è allontanato di qualche metro. Il risultato non è negativo, visto che bisogna tenere in considerazione il fatto che siamo appena all'inizio della stagione e che la cosa importnate è cercare di conquistare il massimo numero di punti possibili pensando sempre al Campionato. Il pubblico spagnolo ha fatto un tifo sfegatato: si vedevano le bandiere sventolate e moltissima gente che ci incitava", ha spiegato l'argentino.

Anche se non è riuscito a salire sul gradino più alto del podio, il secondo posto al termine della prima gara della stagione è un risultato che è piaciuto all'argentino.

"Sono soddisfatto, visto che in questo circuito non avevo mai fatto un buon risultato e per cominciare l'anno non è niente male". Questa seconda posizione è un risultato molto migliore rispetto a quelli che avevo fatto sul tracciato andaluso". Il suo miglior risultato al Gran Premio di Jerez infatti, su nove gare disputate, fino a ieri era la sesta posizione.

Tags:
250cc, 2005, GRAN PREMIO MARLBORO DE ESPAÑA, Dani Pedrosa

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›