Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Gresini risponde con una lettera aperta al Presidente della FIM

Gresini risponde con una lettera aperta al Presidente della FIM

Gresini risponde con una lettera aperta al Presidente della FIM

Fausto Gresini, Team Manager della scuderia Telefónica Movistar, ieri ha mandato una lettera aperta ai mezzi di comunicazione per esprimere la propria opinione riguardo a quello che è successo lo scorso fine settimana all'ultimo giro del Gran Premio Marlboro di Spagna. Nella lettera, il manager italiano risponde a una lettera che il Presidente della Federazione Internazionale di Motociclismo (FIM) Francesco Zerbi, ha fatto arrivare ai piloti Valentino Rossi e Sete Gibernau per esporre il proprio punto di vista sull'incidente che ha visto coinvolti entrambi a Jerez domenica scorsa.

In questa lettera, Zerbi chiede ai piloti di riflettere su quanto è successo e li prega di continuare ad essere un esempio per tutti gli appassionati di motociclismo, oltre a chiedere loro di rispettarsi reciprocamente e di continuare a competere senza sentimenti di rivalsa o rancore. Il Presidente della FIM inoltre dichiara di non individuare nessun'azione che non sia ammessa dal regolamento, anche se invita i due piloti a non ripetere l'accaduto.

Dopo aver riprodotto integralmente la lettera privata spedita da Francesco Zerbi, Gresini ha voluto rendere pubbliche le seguenti considerazioni:

"Se trovo perfettamente condivisibile l'auspicio dell'Avvocato Zerbi che prevalga sempre la sportività e che tra due grandi protagonisti del nostro sport non rimangano rancori, devo altresì confessare le mie perplessità".

"Mi sembra che siano stati posti sullo stesso piano Sete e Valentino quasi come se ci fossero da parte di Sete delle responsabilità – cosa che io assolutamente non condivido", continua Gresini. ‘Trovo poi contraddittorio che il Presidente della FIM dichiari ‘non ho nulla da rimproverarvi da un punto di vista regolamentare' e poi ammonisca affinché quanto avvenuto a Jerez non debba mai più ripetersi".

Gresini conclude: "In questo modo siamo ancora lontani da quella certezza del diritto che è indispensabile in ogni campo e soprattutto in uno sport pericoloso come il nostro".

Tags:
MotoGP, 2005, betandwin.com GRANDE PREMIO DE PORTUGAL

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›