Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Barros torna competitivo dopo due anni difficili

Barros torna competitivo dopo due anni difficili

Barros torna competitivo dopo due anni difficili

Domenica scorsa Alex Barros non ha conquistato solamente la prima vittoria della stagione. Il pilota del Camel Honda è infatti riuscito a mettere fine a un periodo nero di due anni nei quali non era mai salito sul gradino più alto del podio. L'ultima volta che l'aveva fatto era al termine dell'ultima prova del Campionato del Mondo MotoGP del 2002, a Valencia. Quello stesso anno, Barros aveva ottenuto un'altra vittoria a Motegi ed era salito sul podio in altre quattro occasioni, nell'ultima delle quattro stagioni disputate con il team Honda Pons.

Poi, le prestazioni di Alex Barros non erano state più all'altezza delle aspettative: nel 2003 il pilota di Sao Paulo aveva accettato di correre con la scuderia ufficiale Yamaha, ma quell'anno fu avaro di soddisfazioni e riuscì a salire sul podio solamente in un'occasione.

L'anno dopo, passò tra le file di un altro team ufficiale, il Repsol Honda, con il compito di colmare il vuoto lasciato dal Campione del Mondo Valentino Rossi. I risultati non sono arrivati neanche nel 2004. Il brasiliano conquistò la terza posizione in tre occasioni: a Jerez, in Portogallo e in Malesia, oltre al secondo posto al GP in Germania. Ma Barros non raggiunse gli obiettivi che si era prefissato né quelli del team e non riuscì a far dimenticare alla scuderia l'abbandono da parte del grande dominatore della categoria MotoGP.

Di nuovo inserito nel team satellite diretto da Sito Pons e liberato dalla pressione a cui sono sottoposti tutti i piloti ufficiali, quest'anno Barros sembra aver recuperato la tranquillità e l'ambiente in grado di farlo tornare veramente competitivo. In Portogallo ha guidato con uno stile impeccabile, dominando tutte le azioni in pista e aggiudicandosi pole position, giro veloce e alla fine la vittoria.

"Sono felice! Per Alex e per la squadra. Alex si è meritato questo risultato perché ha guidato come io e tutta la squadra sappiamo che sa fare. La sua motivazione e determinazione sono pari alla fiducia che abbiamo in lui. Questo è quello di cui ha bisogno per dare il massimo. Noi saremo con lui nelle quindici gare che rimangono, con l'obiettivo di ripetere risultati come questo. Di nuovo congratulazioni a lui alla squadra Camel Honda e a tutti i nostri sostenitori", ha dichiarato Sito Pons, manager del team Camel Honda.

Tags:
MotoGP, 2005, betandwin.com GRANDE PREMIO DE PORTUGAL, Alex Barros

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›