Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

La pioggia manda in fumo i sogni del Ducati Marlboro

La pioggia manda in fumo i sogni del Ducati Marlboro

La pioggia manda in fumo i sogni del Ducati Marlboro

La caduta di Carlos Checa e la dodicesima posizione ottenuta da Loris Capirossi, ancora convalescente dellinfortunio alla caviglia, rappresentano lesito del GP di Shanghai per la scuderia Ducati Marlboro, che ha visto come la pioggia caduta allinizio della giornata comprometteva landamento della gara.

Livio Suppo, responsabile del progetto del team Ducati Marlboro, trasmetteva il morale del team: Non possiamo ovviamente essere contenti del risultato di oggi. Andavamo molto bene sull´asciutto ma poi la pioggia ha rovinato tutto: d´altronde le gare sul bagnato sono sempre imprevedibili. Analizzeremo i dati che abbiamo acquisito oggi per migliorare, in caso di pioggia, fin dal prossimo GP.

Il più danneggiato dalla pioggia mattiniera è stato Loris Capirossi. Il pilota romagnolo aveva disputato una sessione di qualifica sensazionale sullasciutto, guadagnando la prima fila della griglia. Come era successo con Carlos Checa a Estoril, in prima fila cera di nuovo una Ducati. Capirossi è stato coinvolto in una partenza molto confusa e al termine del primo giro era scivolato nella decima posizione, senza molte possibilità di recuperare il terreno perso e scavalcare posizioni su una pista in condizioni estremamente complicate.

Durante il warm-up di questa mattina c´era molta acqua in pista e abbiamo optato per una gomma posteriore un po´ più morbida che non è risultata perfetta per le condizioni della gara, quando la pista era un po´ meno bagnata, ha spiegato Loris. La moto non era male ma ho avuto ancora qualche problema con le marce basse, quindi non avevo un buon feeling.

Durante le prove di qualificazione, Checa aveva fatto tempi molto buoni con coperture da gara sullasciutto. Purtroppo lo spagnolo è scivolato al quinto giro, mentre cercava di recuperare terreno dopo una brutta partenza.

In alcune zone c´era molta acqua mentre in altre riuscivo a raggiungere altri piloti, ha detto Carlos. Durante il warm-up non mi sentivo completamente a mio agio, quindi a inizio gara ho faticato a prendere il ritmo. Stavo cominciando ad avere più feeling quando ho perso l´anteriore alla curva 16, forse perché ho frenato un po´ troppo mentre ero troppo piegato: credo di aver trovato il limite.

Tags:
MotoGP, 2005, TAOBAO.COM GRAND PRIX OF CHINA, Ducati Marlboro Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›