Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

La scuderia Suzuki è più fiduciosa dopo Shanghai

La scuderia Suzuki è più fiduciosa dopo Shanghai

La scuderia Suzuki è più fiduciosa dopo Shanghai

Anche se risultato finale della gara di Shanghai non è stato quello che le ottime prestazioni dei primi due giorni avevano lasciato sperare, sembra comunque che le cose inizino a ingranare per team Suzuki.

La sessione di qualificazione del sabato avevano permesso a John Hopkins di guadagnare la seconda fila della griglia grazie al quarto migliore tempo, mentre Kenny Roberts prendeva il via un fila più indietro, nella nona posizione. Senza dubbio, i piloti della squadra giapponese sono stati tra i protagonisti delle prime fasi della gara: in prima posizione avevano girato prima Hopkins e poi Roberts.

`Questo è il miglior risultato per me e per la Suzuki questa stagione. Inoltre, era la prima volta che giravo in testa per una gara della MotoGP. Adesso che lho fatto, voglio ripeterlo in più occasioni´, ha spiegato Hopkins.

In queste prime tre prove disputate, è stato il giovane statunitense, con la settima posizione finale, a dare al team la maggior allegria. Un risultato che avrebbe potuto essere molto migliore se la sua Suzuki non fosse uscita di pista allinizio della gara.

`Sono soddisfatto della mia guida. Purtroppo sono uscito di pista e ho perso qualche posizione quando ero quarto. Mi trovavo bene in sella alla Suzuki, ma ho voluto forzare troppo e ho commesso un errore´.

`Ho cercato di accorciare le distanze con i piloti davanti in un settore che conoscevo bene, ma sono arrivato troppo largo e sono finito fuori pista´.

Ma il più danneggiato dallo sviluppo della gara è stato Kenny Roberts: dopo una serie di manovre rischiose e brillanti, era passato al comando del gruppo nel primo giro, portando con se Valentino Rossi, ma riuscendo a interporre un buon vantaggio sugli inseguitori.

`Sono partito bene e al primo giro ero primo. Valentino e io ci siamo allontanati e andavo molto bene fino a quando la moto si è rotta. Giravo un secondo davanti a Rossi e a circa cinque secondi dagli altri prima che la moto si fermasse e che finisse tutto´.

Un problema meccanico nella sua moto non gli ha permesso di mirare a un risultato che sarebbe stato storico sul tracciato cinese. Nel corso del quinto giro, quando Roberts era ormai leader indiscusso della gara, era costretto a l ritiro lasciando il primo posto a Valentino Rossi che lo conservò fino al traguardo.

`Avrei potuto essere più fortunato nelle ultime gare. Forse a partire da adesso le cose andranno meglio´, ha aggiunto il Campione del Mondo del 2000.

Tags:
MotoGP, 2005, TAOBAO.COM GRAND PRIX OF CHINA

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›