Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Jurgen van den Goorbergh una settimana dopo…

Jurgen van den Goorbergh una settimana dopo…

Jurgen van den Goorbergh una settimana dopo…

1) Il weekend di Shanghai è stato all'altezza delle tue aspettative?
Sì, soprattutto dopo la sesta posizione conquistata in gara! Sono andato in Cina all'ultimo minuto e senza molte aspettative, ma volevo dare il meglio di me. Sapevo che sarebbe stata dura, dal momento che non avevo mai guidato una quattro tempi, ma sono sempre andato in moto dopo aver abbandonato il Motomondiale, quindi mi sembrava di non essermene mai andato! Alla fine ho conquistato più punti di quelli che si aspettassero tutti nel team e li ho fatti felici! Anche il metodo di lavoro del team mi ha colpito, lavorano in modo molto professionale ed è stata una bella esperienza.

2) Quali sono stati gli aspetti positivi e quali i negativi?
Mi ha colpito la potenza che scatena la moto e anche l'aderenza che consentono queste gomme. Ci ho messo un po' a ingranare ed è per questo che ho perso un po' troppo tempo con l'asfalto ancora asciutto, in relazione ai primi 3. È stato bello anche poter lavorare grazie all'organizzazione di Dorna e IRTA. Conosco ancora qualcuno da quando correvo anche io e anche la corsia box mi è sembrata molto professionale. Un altro aspetto positivo è stato il modo in cui mi hanno dato il benvenuto nel paddock, anche se c'erano alcuni che sostenevano che ero pazzo a salire in sella a una Honda RCV211 senza fare prima un test! Non credo che ci siano stati aspetti negativi nel weekend, forse poco tempo sull'asciutto che non mi ha permesso di trovare il feeling ideale con la moto, ma in gara non ci sono stati problemi!

3) Come ti sei trovato nel team Konica Minolta Honda?
Conoscevo Luca già da tempo: l‘ho visto crescere e diventare team manager. Sono rimasto colpito quando ho visto quello che lui e suoi soci hanno messo in piedi. Il team è molto professionale e mi hanno accolto molto bene. Giulio ed io abbiamo subito cominciato a lavorare bene: parliamo in inglese quindi è facile capirci. Il team ha molta esperienza nelle competizioni motociclistiche, come del resto io, ed è stato fantastico lavorare con tutti loro.

4) Quali sono le differenza principali tra una moto per la Supersport e una per la MotoGP?
Per prima cosa il livello di grip nelle gomme. E soprattutto la quantità di potenza disponibile. La moto per la Supersport è molto diversa dall'ultima moto che ho guidato quando correvo nella 500cc. Lo sviluppo che c'è stato negli ultimi due/tre anni è sorprendente.

5) Quali sono stati i tuoi principali avversario nel corso del the weekend?
In generale tutti i piloti: sono tutti stati campioni di qualche specialità ed è sicuramente il top delle competizioni motociclistiche. Il meglio del motociclismo mondiale è riunito nella MotoGP e tutti i piloti sono molto forti. È stato molto bello poter tornare a correre con loro, così vicini (a volte perfino gomito a gomito!). So che la pioggia mi ha un po' avvantaggiato, ma credo che in questo modo mi ricorderanno come un pilota valido!

6) Sono sicuro che sei soddisfatto della sesta posizione, ma non rimpiangi di non aver spinto un po' di più per cercare di salire sul podio, visto che all'inizio eri uno dei più veloci in pista?
Avevo molta fiducia per la gara, ma alla fine mi sono un po' perso. Non avevo girato molto con la moto e non volevo compromettere un buon risultato e cadere! È stato importante per me fare un buon risultato per il team, che se lo meritava dopo tutto quel lavoro.

7) Un ultimo pensiero …… Un sogno diventato realtà. Se il team avrà bisogno di me in futuro (prossimo o remoto...) sarò a loro disposizione! È stato bello fare parte del team Konica Minolta Honda per la gara di Shanghai e sono contento di aver potuto regalare loro qualche punto per il campionato delle squadre. Spero che il loro pilota Makoto Tamada disputi una grande stagione!

Tags:
MotoGP, 2005

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›