Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Stoner spiega come si vice un Gran Premio

Stoner spiega come si vice un Gran Premio

Stoner spiega come si vice un Gran Premio

È il fenomeno del momento: giovane, aggressivo e determinato. Ovviamente parliamo di Casey Stoner, che in Cina ha dimostrato di nuovo che sa come dare il massimo e accumulare vittorie di Gran Premi come se fosse cosa di tutti i giorni. Una settimana dopo aver dominato il maestoso circuito di Shanghai con la sua RSW ufficiale, nonostante la pioggia, Stoner ha rivelato che sono stati il coraggio e la determinazione a farlo emergere quest'anno come uno dei principali aspiranti al titolo del Motomondiale 2005.

Casey, cosa pensi del tuo team. Dopo la fantastica scorsa stagione nella 125, come è stato ritornare nello stesso team LCR nel quale correvi due anni fa?

Ho una squadra eccezionale, sia dal punto di vista tecnico che da quello umano. Avevo già lavorato in passato con alcuni membri del team, mentre altri li ho conosciuti quest'anno, compreso il Responsabile Tecnico. Devo ammettere che abbiamo ingranato fin da subito. L'ingegner Caprara è un ottimo responsabile tecnico e ci intendiamo come se avessimo sempre lavorato assieme. È molto calmo e razionale … mi piace! Inoltre, posso parlare di tutto con lui, dal momento che è giovane. Conoscevo già il metodo di lavoro di Lucio (Cecchinello, n.d.r.) e anche la sua organizzazione, quindi mi trovo veramente molto bene qui.

Cosa pensi della tua RSW 250?

Al momento la mia moto è molto competitiva e credo di averlo dimostrato negli ultimi due GP!! I piloti Honda sono piuttosto forti, ma ho trovato il giusto equilibrio con la mia Aprilia e con il team, quindi sono molto fiducioso per il prossimo GP.

Sei un pilota molto determinato e hai già accumulato due vittorie questa stagione, la giusta ricompensa al tuo impegno. Come hai vissuto l'allegria di quei momenti e cosa ti aspetti dal resto della stagione?

Sono estremamente esigente con me stesso e quando monto in sella alla mia moto do il 100%. La vittoria di Estoril e in seguito la pole position e la vittoria nella China mi hanno dato l'occasione di accumulare l'esperienza necessaria per affrontare le prossime gare. Quest'anno la 250 è molto aperta perché vi corrono molti piloti veloci, come Pedrosa, Porto, de Puniet, con Dovizioso e de Angelis, ma io non sono da meno e credo di averlo dimostrato. Abbiamo trovato la giusta direzione in cui muoversi e sono molto soddisfatto del lavoro che abbiamo fatto. Ci sono ancora molte gare da disputare e non sarà facile, ma adesso ho il materiale giusto e sono determinato a dare il massimo per poter rimanere davanti.

Non potremmo dichiarare conclusa l'intervista senza un punto senza chiedere l'opinione di un membro della struttura Carrera Sunglasses – LCR. Abbiamo chiesto a Pietro Caprara, il Responsabile Tecnico di Stoner, di parlarci del suo pilota.

Casey è un pilota con grandi possibilità e lo ha dimostrato. Lavora in modo responsabile e con la massima concentrazione. È molto attento e meticoloso lavorando con la moto. Lavora sempre pensando alla gara nel suo complesso e non ai singoli giri, un atteggiamento molto maturo per un ragazzo della sua età. È diretto e capace di reagire ed è in grado di mettere insieme un valido pacchetto, concentrandosi sul telaio, le sospensioni e il motore. Il suo unico punto debole è la partenza, sulla quale deve lavorare ancora un po' (basti guardare la partenza di domenica scorsa a Shanghai!).

Tags:
250cc, 2005, Casey Stoner

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›